Assicurazione bulgara: è legale? Rischi e vantaggi

Il costo dell’assicurazione auto, nel nostro paese, sono tra i più alti al mondo, un prezzo che soprattutto al sud ha spinto numerosi consumatori a ricercare soluzioni alternative per abbattere i costi.

In alcuni casi si ricorre alla Legge Bersani ed alla possibilità, data ai neopatentati, di accedere alla classe di merito del genitore più esperto. Ma spesso tutto ciò può non essere sufficiente a diminuire il costo della polizza a livelli accettabili ed ecco che si cercano soluzioni alternative e spesso ai limiti della legalità. In molti ricorrono, ad esempio, all’assicurazione bulgara.

In questa guida analizzeremo le caratteristiche della polizza assicurativa bulgara, gli elementi di vantaggio rispetto al prodotto italiano, ma soprattutto cosa dice la normativa italiana.

Assicurazione in Bulgaria: come funziona?

 

Scelta sempre da più automobilisti per abbattere il costo della polizza, l’assicurazione bulgara è un ottimo metodo per risparmiare circolando nel nostro paese. In tanti scelgono di sottoscrivere una polizza bulgara, magari con tanto di targa straniera, per evitare di incorrere in una multa per eccesso di velocità, per un parcheggio irregolare e per le tante infrazioni che possono comportare sanzioni. Ma è proprio così conveniente l’assicurazione in Bulgaria?

In linea generale l’assicurazione bulgara è un prodotto del tutto legale nel nostro paese; anche se molto dipende dal modo in cui si sottoscrive la polizza.

Una delle regole fondamentali, da tenere presente prima di sottoscrivere una polizza bulgara, è di informare lo Stato informando della sottoscrizione della polizza. Quest’ultima deve essere necessariamente inserita nella liste delle polizze autorizzate ad operare nel nostro paese.

In ogni caso, trascorsi dodici mesi dalla sottoscrizione dell’assicurazione bulgara, è di pagare una somma per mettersi in regola. Ma quali sono i vantaggi della polizza bulgara?

I vantaggi dell’assicurazione in Bulgaria

Tra i ”pro” della polizza assicurativa c’è da prendere in considerazione la possibilità di pagare il bollo e le imposte italiane.

In realtà i controlli previsti nel nostro paese potrebbero portare a sanzioni anche se è davvero difficile che le Forze dell’Ordine italiane realizzino dei controlli su una targa bulgara in mancanza di incidenti o di irregolarità.

Gli Svantaggi

Gli svantaggi dell’assicurazione bulgara sono relativi alla possibilità di incorrere in sanzioni nel caso il titolare dell’auto, non si riesca a dimostrare una motivazione valida per il possesso dell’assicurazione bulgara. L’assicurazione bulgara richiede, infatti, la necessità di regolarizzare la propria posizione con il nostro paese, semplicemente essere di nazionalità bulgara oppure dimostrare il motivo per il quale si è in possesso di un’auto intestata ad un bulgaro. 

In queste particolari condizioni, il rischio di incorrere in sanzioni anche molto pesanti, in grado di annullare i risparmi ottenuti attraverso la sottoscrizione della polizza bulgara, con tanto di interessi.

Si tratta di una possibilità tutt’altra che remota in caso di controlli da parte delle Forze dell’Ordine per un incidente o se si incorre nei controlli automatici come il Targa System, i quali possono rivelare immediatamente la mancanza di una copertura assicurativa italiana.

Quando l’assicurazione in Bulgaria è una truffa

Incorrere in una sanzione è solo uno dei pericoli dell’assicurazione sottoscritta in Bulgaria. Si rischia di essere accusati di una vera e propria truffa nel caso in cui l’utente italiano usi in leasing un’automobile in Bulgaria, con una polizza bulgara, o utilizzi un’automobili con una targa bulgara per poi intestare l’auto ad un prestanome da usare in caso di controlli stradali.

Insomma sottoscrivere una polizza assicurativa bulgara rappresenta un rischio concreto di incorrere in sanzioni anche molto pesanti.

Nel nostro paese la volontà di risparmiare il costo dell’assicurazione sono nate delle reti di furbacchioni che offrono polizze assicurative bulgare con rischi notevoli per gli utenti, spesso del tutto ignari dei pericoli.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTMLtag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>