Conto deposito Intesa Sanpaolo: come far fruttare i propri risparmi

Investire i propri risparmi è divenuta un’esigenza sempre più comune in vista dell’opportunità di guadagno che molti clienti riescono a trarre dai propri soldi depositati in banca. E, d’altro canto, molte sono le soluzioni offerte dagli istituti bancari al fine di assistere il cliente attraverso molteplici espedienti che abbracciano le più svariate esigenze di risparmio e di guadagno. La banca Intesa Sanpaolo, della quale abbiamo intenzione di parlare in quest’articolo, ha pensato a qualcosa di diverso dalle altre banche, ma che potrebbe farvi davvero comodo.

Intesa Sanpaolo S.p.A. nasce a Torino il 1 gennaio 2007 dalla fusione tra Sanpaolo IMI e Banca Intesa. Per capitalizzazione, numero di sportelli e quote di mercato è il principale istituto di credito italiano, la cui società è quotata nella Borsa di Milano. Protagonista nel sostegno della cultura, dell’arte e dell’economia, è presente equamente nel territorio italiano e soprattutto nel Mezzogiorno, essendosi ripartita con un modello definito “banca dei territori”. A Napoli è presente attraverso la partecipata Banco di Napoli. Nel 2017 ha acquisito Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, perseguendo nella scalata che l’ha portata a collocarsi tra le prime 20 banche europee per capitalizzazione di mercato.

E per i cultori del conto deposito, Intesa Sanpaolo propone semplici ma diversi espedienti di risparmio, essendo una delle poche banche a non offrire al cliente una soluzione attraverso il comune conto di remunerazione suggerito di sovente dagli istituti di credito. Quindi, se avete intenzione di guadagnare dal vostro salvadanaio e volete affidare i vostri soldi ad Intesa Sanpaolo, come potete far fruttare una data cifra depositata?

I prodotti offerti da Intesa Sanpaolo che rappresentano una valida alternativa al conto deposito sono due: Libretto Flash e Libretto Pensione PerTe.
Vediamoli nel dettaglio.

Il Libretto Flash di Intesa Sanpaolo nasce dalla volontà della banca di avvicinare i più giovani al risparmio. I bambini ed i ragazzi fino a 17 anni, infatti, possono gestire i propri risparmi in tutta sicurezza, poichè Intesa Sanpaolo consente a genitori o tutori di limitare l’attività dei piccolini sul libretto. Aprire un libretto Flash è gratuito e consente un importo massimo di 4,999 euro, ragion per la quale non è richiesta un’imposta di bollo che comporta un costo annuo nei confronti della banca. Il Libretto Flash è un libretto di deposito mediante il quale depositare una somma presso una banca che deve restituirla al cliente dietro sua richiesta.

E’ valido dai 0 ai 17 anni ma, a partire dai 12, se il genitore lo consente, è permessa la gestione dei propri risparmi al minore. Il libretto non può essere cointestato con altri soggetti, ed il minore, su autorizzazione del legale rappresentante, può gestire il denaro in autonomia mediante il servizio a distanza di internet banking con cellulare, internet e telefono solo dai 12 anni d’età. Il Libretto Flash è un prodotto sicuro, il quale unico rischio è rappresentato dal fatto che la banca non possa rimborsare al cliente il saldo disponibile, esigenza che Intesa Sanpaolo ha risolto aderendo al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, assicurando al titolare del libretto una copertura delle somme depositate fino a 100 mila euro.

Per quanto riguarda il tasso annuo lordo, gli interessi delle somme depositate sono dell’1,00% fino al compimento del 18esimo anno d’età che divengono dello 0,01% dopo i 18 anni. Se richiesta, per tutti i clienti privati della banca in possesso di un libretto è disponibile la Carta Libretto che consente di prelevare e versare contanti e controllare il saldo del conto agli sportelli automatici della Banca Intesa Sanpaolo.

Il Libretto Pensione PerTe consente ai pensionati di accreditare la pensione senza spese di apertura del libretto e nessun canone annuo. Anche l’accredito della pensione è gratuito, come lo sono i prelievi ed i versamenti agli sportelli automatici di Intesa Sanpaolo con Carta Libretto ed ogni operazione può essere controllata online. A differenza del libretto precedente, Pensione PerTe consente la cointestazione dell’accredito della pensione.

Il tasso creditore annuo nominale è dello 0,01% con una periodicità di capitalizzazione trimestrale, semestrale o annuale. Non è prevista alcuna soglia limite che impone il deposito di 4,999 euro e, una volta superata la cifra, l’imposta di bollo esige una somma fissa di 34,20 euro.

Se desiderate depositare del denaro con Intesa Sanpaolo, quelle appena proposte sono le uniche soluzioni possibili, avvicinandosi di molto a ciò che offre Poste Italiane.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTMLtag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>