Surroga Mutuo Fineco: come funziona e cosa offre

fineco

Il mutuo surroga di Fineco è un prodotto che fa parte dell’offerta della banca a cui fa capo: Unicredit e ne riporta fedelmente tutte le peculiarità proposte dalla capogruppo.

Ma chi è Fineco? Fineco è la banca diretta di Unicredit ed è la prima banca diretta in Italia con quasi un milione di clienti ed una raccolta netta come broker on line europeo che sfiora il miliardo di euro con una delle piattaforme di trading on line più apprezzate d’Europa.

Da qualche anno ha anche avviato un servizio di gestione della finanza personale proposto ai propri clienti attraverso il quale i correntisti possono essere supportati nella gestione del bilancio familiare.

Fineco nasce quindi come banca diretta orientata ad un certo tipo di clientela e con determinati prodotti quali la possibilità di gestire il proprio trading on line e vantaggi come il conto di deposito remunerato (il primo in Italia).

Oltre a questi prodotti e servizi offre anche una vasta quantità di prodotti finanziari in sinergia con Unicredit, tra questi anche il mutuo con l’opzione surroga.

Mutuo surroga: l’offerta Fineco in sinergia con Unicredit

L’opzione con la quale è possibile usufruire della surroga è il Trasloca Mutuo, che può essere applicato ad una serie di prodotti tutti facente parte della famiglia Valore Italia.

Il presupposto della surroga è quello della portabilità, la possibilità cioè di trasferire un mutuo da un istituto finanziario ad un altro, ragion per cui le banche, Fineco inclusa, cercano di offrire servizi, costi e prodotti competitivi al fine di risultare convenienti rispetto alla concorrenza.

I costi di una surroga, però, restano sempre pari a zero, perché la banca non può addebitare nulla se non un minimo importo rappresentato dalla tassa ipotecaria di € 35,00.

La famiglia Valore Italia si articola nelle seguenti proposte: Valore Italia, Valore Italia Più, Valore Italia Super e Valore Italia Top.

La differenza tra questi prodotti è rappresentata da una serie di limiti imposti ad uno piuttosto che ad un altro in modo tale da consentire al cliente di scegliere la soluzione più adatta per trasferire il proprio finanziamente a Fineco.

I tassi proposti sono variabile per tutte le tipologie ed anche misto ad eccezione del mutuo Valore Italia che non contempla inoltre la possibilità di finanziare oltre l’80% del valore dell’immobile con un minimo di importo pari ad € 50.000,00.

Fineco mutuo surroga: vantaggi e svantaggi

Insieme all’offerta di Unicredit, Fineco offre anche i vantaggi delle opzioni proprie dei mutuo proposti, quale l’opzione tagliando che consente, al cliente, di tenere sotto controllo l’andamento dei tassi e di conseguenza l’importo della rata da rimborsare in modo da riuscire a prevenire eventuali situazioni problematiche.

L’opzione tagliando è offerta in due versioni: ordinario che consente il controllo della rata attraverso una serie di report annuali attraverso i quali sarà possibile monitorare le variazioni e straordinario che informa il cliente sull’eventualità di situazioni che potrebbero modificare lo stato delle cose.

Come abbiamo già detto il mutuo Surroga è una tipologia di operazione che consente al cliente di trasferire il suo finanziamento ad un’altra banca, ma il vero vantaggio è che il trasferimento per essere conveniente devo portare dei benefici e quindi la possibilità di rinegoziare termini e condizioni migliori rispetto al precedente contratto.

E la possibilità che offre Fineco di poter gestire la rata in modo flessibile tenendo presente tutte le eventuali dinamiche che potrebbero portare ad un aumento non sono da poco conto, ed in più il trasferimento comporta anche la possibilità di evitare tutta quella serie di restrizioni tipiche dell’accesso al credito con un nuovo finanziamento.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTMLtag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>