Auto Taeg a tasso zero: come scoprire le migliori offerte sul mercato

La crisi economica che si è abbattuta negli ultimi anni ha avuto effetti devastanti sui consumi nel nostro paese e più in generale in Europa. A soffrire è stato anche il mercato dell’auto, un settore che da sempre vive appieno le oscillazioni generali dell’economia.

Per incoraggiare la ripresa delle vendite di auto sempre più concessionarie hanno adottato una politica delle vendite volta a ridurre gli interessi ed in alcuni casi addirittura ad azzerarli. Non si contano le compagnie che propongono, sul mercato, le auto con un Taeg a tasso zero.

Auto Taeg a tasso zero: conviene davvero?

I finanziamenti rappresentano una formula ricorrente nella compravendita delle auto, soprattutto negli ultimi anni. Si tratta di un meccanismo che consente ai clienti di acquistare le auto pagandole in comode rate mensili previste nel contratto al momento della stipula.

Naturalmente dilazionare i pagamenti significa anche incorrere in un tasso di interesse maggiore aumentando i costi effettivi che si aggiungono al prezzo della vettura. Ciò non accade con la formula del ”Taeg Zero”, la cancellazione del tasso prevista dalle concessionarie per consentire a chiunque di comprare un’automobile.

Ma davvero dietro alla formula ”Tasso Zero” o ”Taeg Zero” troviamo finanziamenti a zero spese?

Il primo aspetto da tenere presente, quando si parla di tassi di interessi, riguarda la differenza sostanziale che intercorre tra il Tan ed il Taeg. Nel primo caso abbiamo il ”Tasso Annuo Nominale”, un valore parziale che non indica appieno i costi di un finanziamento.

Il Taeg, invece, è il Tasso Annuo Effettivo Globale, una voce che racchiude tutti i costi di un contratto di finanziamento. Dalle spese accessorie ai costi di apertura, di pratica o per la riscossione della rata mensile: le voci che compongono il Taeg, noto anche come Isc, sono davvero tante.

Con il Tan, invece, si indica il valore del tasso di interesse nominale dell’importo finanziato. Insomma in fase di stipula del contratto è utile valutare che sia il Tan, ma soprattutto il Taeg siano pari a zero. In questo caso si può essere davvero certi che il finanziamento non abbia costi aggiuntivi da pagare, oltre al prezzo della vettura comprata.

Esistono davvero i finanziamenti auto a Taeg 0?

Chi concede il finanziamento per l’acquisto dell’auto ha la necessità di trarre comunque un guadagno sulla somma versata pertanto è davvero difficile trovare una soluzione che sia effettivamente a tasso zero. Molto spesso le finanziarie propongono prodotti molto vantaggiosi, ma quasi mai senza alcun tipo di costo per il cliente.

E’ il caso delle tante proposte a Tan zero. Si tratta di una formula che consente di accedere ad un finanziamento a tasso di interesse nominale nullo e spesso con un minimo di Taeg. Trovare una soluzione con un valore del Tan pari a zero e con un Taeg pari a 3 – 4 punti percentuali può essere una buona soluzione per acquistare un’auto a condizioni tutto sommato convenienti.

Un’altra possibilità da valutare, per acquistare un’auto a condizioni vantaggiose, può essere anche il finanziamento a mini rate. Si tratta di un prodotto ideale per chi ha una congrua somma messa da parte ed immediatamente a disposizione.

In pratica con le mini rate è possibile pagare una quota iniziale e poi corrispondere delle rate mensili il cui importo sarà minimizzato.

Altre formule da prendere in considerazione, per l’acquisto dell’auto senza pesare troppo sul bilancio familiare, è il finanziamento a tasso variabile con una quota di interessi dipendente dal tipo di auto comprata o agevolato ovvero con tassi inferiori alla media del mercato. In quest’ultimo caso è necessario, però, rivolgersi ad una delle tante banche che offrono la formula dei prestiti finalizzati e dedicati all’acquisto dell’auto.

 

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTMLtag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>