Franchising dropshipping: cos’è, pro e contro e migliori marchi

Tra le proposte di franchising, l’ultima arrivata è sicuramente il dropshipping. Come funziona questo metodo di vendita? Può diventare una realtà valida per le nuove imprese?

Il franchising dropshipping è una nuova forma di impresa che si sviluppa online. Ecco come funziona nei dettagli, quali sono i pro e contro e quali sono le aziende che lo propongono.

Cos’è

Il dropshipping è un nuovo metodo di vendita che sfrutta Internet. La società franchisor si pone come fornitore e come corriere. In cambio, l’imprenditore ottiene subito un guadagno, che andrà poi a fatturare e scalare. Questo tipo di vendita si sviluppa online ed è già regolamentata a livello fiscale.

Infatti, quando si riceve un ordine, si manda lo stesso al franchisor e si ottiene un guadagno sulla differenza. Come avviene nei dettagli?

Come funziona

L’imprenditore che sceglie il franchising dropshipping deve aprire la partita Iva, iscriversi alla Camera di Commercio, all’INPS e dichiarare l’inizio dell’attività al Comune. Non è tenuto, però, ad aprire un negozio fisico. Potrà aprire un e-commerce, oppure avere un negozio fisico, ma senza bisogno di un magazzino.

Quando il cliente ordina dal sito dell’imprenditore, questi ordina a sua volta dal sito del franchisor. Il prodotto ha un costo inferiore rispetto al prezzo di vendita messo dall’imprenditore nel suo negozio. Questo gli permetterà di pagare l’Iva e di avere un margine di guadagno, da dichiararsi.

Nel frattempo, il franchisor invierà, tramite corriere, il pacco al cliente, a proprie spese, garantendo il reso. Naturalmente, compito dell’imprenditore sarà sempre provvedere ai rimborsi, dopo aver ricevuto il rimborso dal franchisor per la parte pagata per quell’ordine.

Vantaggi

I vantaggi sono diversi:

  • Investimento mediamente più basso.
  • Pagamento della fornitura solo se ordinata.
  • La certezza che il cliente abbia la merce spedita a casa.
  • Non si prevedono quote di iscrizione.

Svantaggi

Gli svantaggi, purtroppo, non mancano:

  • Margini di guadagno ridotti.
  • Gestione dei dati personali dell’utente sotto la responsabilità dell’imprenditore.
  • Concorrenza in aumento.

Aziende per franchising dropshipping

In Italia, il mercato è in rapida espansione e, in alcuni settori, non conviene nemmeno inserirsi, dato che ci sono già dei grandissimi distributori. Quali sono le aziende che danno la possibilità di fare franchising dropshipping?

  • Bazarissimo. Il franchisor si occupa di forniture, ma anche di dare un e-commerce per iniziare a vendere. In più, ci sono tantissime categorie merceologiche tra cui scegliere. Quando l’imprenditore riceve l’ordine, si invia direttamente a Bazarissimo, che provvede poi alla spedizione.
  • Griffati è un franchisor in dropshipping nel settore dell’abbigliamento. Chi vuole aprire un e-commerce e assicurarsi un fornitore che ha grandi firme e abbigliamento per tutte le tasche, questa è la soluzione migliore. Per registrarsi, è necessario aver già aperto la partita Iva.
  • Essetrade è un franchisor nel settore della tecnologia. Quindi smartphone, tablet, ma anche computer e piccola tecnologia sono tra i prodotti messi a disposizione e pronti per essere venduti con un proprio e-commerce.
  • Franchising Pronto offre diverse categorie merceologiche. In più, offre anche la possibilità di vendere un proprio prodotto. Mette a disposizione degli e-commerce completi per chi non è in grado di aprire un sito da solo. Infine, ci sono dei corsi che si possono fare per aumentare le vendite.
  • NewCart è integrato con Ebay. Offre moltissime categorie di prodotti. Garantisce siti multilingua e tutti i metodi di pagamento. Aiuta a gestire fatturazione e Iva applicata ai prodotti.

Conclusione

Aprire un negozio online con il franchising dropshipping non è male, ma si dovrebbe fare prima un’analisi del mercato, per capire quali sono le categorie merceologiche sulle quali conviene scommettere di più e puntare, valutando anche i rischi collegati, come si fa per qualsiasi attività di impresa.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi HTMLtag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>