L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale

Sono tanti gli italiani che si trovano nelle condizioni di aver bisogno di un po’ di liquidità, soprattutto da qualche anno a questa parte. La crisi finanziaria e la situazione di emergenza sanitaria non hanno fatto altro che accentuare questa situazione, che ha comportato una evidente riduzione della capacità di spesa di parecchie famiglie. In tutta la UE, solo in Grecia e a Cipro le famiglie hanno dovuto fare i conti con una perdita del potere di acquisto più elevata di quella che è stata riscontrata nel nostro Paese.

Il bisogno di liquidità aggiuntiva

Nel momento in cui ci si trova nelle condizioni di aver bisogno di liquidità supplementare, sono varie le opzioni che possono essere prese in considerazione, dalla carta di credito al prestito personale, passando per il mutuo e la linea di credito. Si tratta di possibilità alternative le une rispetto alle altre, ciascuna delle quali caratterizzata da specifiche peculiarità, grazie a cui le esigenze di tutti possono essere assecondate. Il fido, noto anche come linea di credito, è una soluzione ideale se si ricerca una gestione un po’ più elastica e flessibile del proprio conto corrente. Infatti quasi tutti gli istituti di credito, a parte poche eccezioni, mettono a disposizione tale agevolazione per una somma che non è mai superiore a una mensilità percepita. Per di più i costi di gestione non sono molto convenienti.

Il mutuo

Il mutuo è uno strumento a cui si deve fare riferimento quando si ha bisogno di un importo piuttosto consistente. In questo caso l’istituto di credito o la finanziaria a cui ci si rivolge reclamano a garanzia del prestito che viene concesso l’iscrizione di una ipoteca. Come si sa la maggior parte dei mutui è correlata all’acquisto di un immobile, su cui la banca – appunto – iscrive una ipoteca. Ecco perché il mutuo è una soluzione da non prendere in considerazione quando si ha bisogno di un importo non troppo elevato, anche a causa delle numerose spese accessorie correlate; per esempio i costi relativi all’istruttoria della pratica, ma anche la parcella che spetta al notaio per la redazione dell’atto notarile.

Quale importo deve essere richiesto

Quasi tutti i consumatori, pertanto, preferiscono evitare sia il fido che il mutuo per puntare sulla carta di credito o sul prestito personale. Si tratta, a ben vedere, di due opzioni che c’entrano poco l’una con l’altra, e che però soddisfano le necessità degli utenti. Prima di tutto, però, è bene essere consapevoli dell’entità della somma di cui si ha bisogno. Qualora si tratti di un importo non eccessivo, pari a poche migliaia di euro, il ricorso a una carta di credito è un’ipotesi da prendere in considerazione. Bisogna essere cauti, però, perché non tutte le carte di credito offrono la possibilità di rateizzare le operazioni che vengono eseguite mese dopo mese.

La carta di credito

Se si decide di puntare su una carta di credito, il consiglio è di privilegiare una carta revolving, la quale di default garantisce il frazionamento delle rate su base mensile. Ci sono, poi, le carte di credito tradizionali, che attraverso una funzione specifica consentono di abilitare il pagamento a rate al posto del pagamento a saldo in un giorno specifico del mese seguente. In linea di massima la convenienza maggiore viene garantita dalle carte di credito tradizionali. Sono poche le società emittenti che applicano un tasso di interesse, mentre quasi sempre si prevede unicamente un costo fisso che viene applicato per attivare il servizio, il che comporta dal punto di vista degli utenti un consistente risparmio per ciò che concerne le commissioni. Attenzione, però, perché la fruizione della carta di credito comporta il rispetto di un plafond di spesa mensile. Insomma, a volte neppure la carta di credito è così vantaggiosa come si potrebbe pensare, e in tal caso non si può far altro che rivolgersi a un prestito personale. Segui il link verso www.comeottenereunprestito.it per scoprire dove è più conveniente richiedere un prestito personale: verificherai le condizioni migliori per te e la tua famiglia.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26