Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere

Vendere l’oro che si ha in casa può essere un buon modo per guadagnare e, magari, ottenere un ricavo da gioielli e preziosi che non si utilizzano più. Soprattutto adesso che è in corso la guerra in Ucraina, e che l’oro in quanto bene rifugio ha visto aumentare il proprio valore, può essere utile capire in che modo procedere, tenendo presente che i costi delle bollette sono in costante aumento e tante famiglie sono alle prese con una vera e propria crisi. L’andamento della quotazione è un aspetto che non deve essere trascurato, e il principale aspetto da valutare riguarda la scelta del potenziale acquirente. Quello dei compro oro è un ambito abbastanza delicato: il consiglio è quello di prestare attenzione al possesso della certificazione da parte della realtà a cui ci si rivolge. Oro First, per esempio, è il meglio in termini di affidabilità e convenienza.

Il peso dell’oro

A volte si tende a sottovalutare un aspetto che in realtà è molto importante, vale a dire quello relativo al peso dell’oro. Invece questo è un fattore decisivo, al pari della quotazione: anzi, è il principale fattore da valutare per capire quanti soldi si potrebbero ottenere. Un passaggio indispensabile consiste proprio nella pesatura dell’oro, che per altro è un’operazione che si può effettuare anche direttamente a casa. Tutto quello che occorre è rappresentato da una bilancia da cucina digitale. È chiaro che eventuali pietre preziose o gemme non devono essere considerate per la pesatura dell’oro. Una volta pesato l’oro in maniera fai da te, si può capire se il compro oro agisce in maniera cristallina o meno.

La quotazione dell’oro

La quotazione dell’oro viene stabilita a Londra: succede due volte al giorno attraverso un’operazione che prende il nome di fixing oro. Le variazioni sul prezzo dell’oro sono determinate da molteplici aspetti: uno dei più importanti è quello relativo all’incrocio fra richiesta e offerta. Di certo l’oro è un metallo prezioso che non va in crisi praticamente mai, e non a caso viene inserito nel novero dei beni rifugio. Volendo saperne di più, è sufficiente consultare un sito di finanza ed economia, in modo da conoscere la quotazione dell’oro: in poco tempo si ottengono tutte le informazioni di cui si può aver bisogno.

I controlli da effettuare

Nel corso di un procedimento di compravendita dell’oro, due aspetti molto importanti sono quelli che riguardano la protezione e la sicurezza. È ovvio che l’oro non può essere venduto ad acquirenti di cui non ci si può fidare. In teoria un compro oro dovrebbe prima di tutto richiedere a chi vende il codice fiscale e il documento di identità. Ciò serve a identificare il venditore; dopodiché l’operazione può essere registrata, e a quel punto si ottiene l’atto di compravendita. Il documento riporta i dati del venditore e quello dell’acquirente; inoltre, vengono indicati il valore e la quantità di oro venduto.

Pagamenti: in contanti o no?

La vendita di oro è un’operazione a suo modo delicata, che proprio per questo motivo deve essere controllata e certificata. È fondamentale tracciare la transazione, specialmente per non correre il rischio di imbattersi in una sanzione. Inoltre la legge anti-riciclaggio impone che non si possa pagare in contanti oltre un determinato importo. Quindi occorre una tracciatura bancaria per far sì che tutto si svolga in maniera corretta. Ovviamente è opportuno diffidare di coloro che non intendono accettare pagamenti diversi dal cash. In quel caso l’oro deve essere portato da qualche altra parte.

La registrazione alla Banca d’Italia

La legge disciplina la compravendita di oro usato con riferimento, in particolare, al D. Lgs. n. 92 del 5 luglio del 2017. Questo decreto stabilisce l’esistenza di un limite ai pagamenti in contanti, e inoltre prevede l’obbligo di fornire una dettagliata ricevuta al cliente. I gioielli devono essere ripresi con foto scattate da diverse angolazioni. Inoltre, i compro oro devono essere registrati all’Organismo degli Agenti e dei Mediatori e alla Banca d’Italia. Solo così si può essere certi di interagire con uno staff dedicato, che sappia offrire una valutazione vantaggiosa e reale. La quotazione, inoltre, deve essere chiara e trasparente, mentre i pagamenti devono essere tempestivi.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30