Parlare di assicurazione auto significa, nella maggior parte delle volte, riferirsi alla classica RC Auto, la polizza che ogni automobilista deve sottoscrivere per circolare. Questo tipo di assicurazione, però, è in grado di offrire una copertura solo per gli incidenti provocati da altri. Insomma nel caso in cui l’automobilista sia nella parte della ragione e subisca un qualsiasi tipo di danno per imperizia altrui, può rivolgersi alla compagnia assicurativa, a patto che l’altro soggetto abbia una copertura (risparmiare con l’auto cointestata? Leggi la nostra guida).

Ma cosa accade, invece, se un sinistro viene provocato da noi stessi? In questo caso non c’è polizza RC Auto che tenga. Solo l’assicurazione Kasko è, infatti, in grado di garantire una copertura assicurativa nel caso di incidente “a torto” ripagando i danni all’auto.

Assicurazione Kasko, le caratteristiche

Come accennato in precedenza la principale caratteristica di questa formula è la copertura dei danni occorsi all’autovettura al di là dalle oggettive responsabilità del conduttore. L’assicurazione copre, infatti, anche i danneggiamenti causati da ribaltamenti, uscite di strada ed errori di distrazione.

Il cliente, a scelta, può inoltre provvedere a includere anche i danni provocati da manifestazioni, atti vandalici e eventi atmosferici estremi. Alla fase di stipula dell’assicurazione Kasko vengono proposti anche i massimali che possono essere sia di tipo assoluto cioè quelli “standard” offerti per questa polizza o anche adattati al valore dell’auto.

Discorso diverso anche per i danni “fisici” del conducente. Nella polizza classica sono previste coperture solo per danni all’auto: solo con l’opzione “Infortuni” è possibile provvedere alla propria incolumità fisica, con un costo maggiore.

A chi conviene la polizza Kasko?

Tutti i danni che non possono essere coperti, per differenti ragioni, dalla classica polizza assicurativa, sono inclusi nei servizi dell’assicurazione Kasko. Si tratta di una formula particolarmente adatta agli automobilisti ancora inesperti o sbadati, ma non solo.

Anche i soggetti che percorrono distanze superiori e quindi, per una valutazione meramente statistica, sono maggiormente a rischio di incidente possono scegliere questo tipo di assicurazione. Scivolare su un manto stradale bagnato e sbattere contro un albero, ad esempio, è la classica situazione in cui l’assicurazione Kasko può essere utile visto che la RC Auto, in questo caso, non interverrebbe.

Anche il possesso di un’auto particolarmente costosa può spingere alla sottoscrizione di questa polizza. La stipula di una polizza del genere comporta, però, una spesa notevole. Attraverso determinate formule si possono, però, abbattere i costi.

Assicurazione Mini Kasko: di cosa si tratta?

Una formula che consente di diminuire i costi attraverso delle coperture minori. E’ la polizza Mini Kasko. Se la classica assicurazione Kasko è in grado di garantire un risarcimento per i danni all’auto provocati da un ribaltamento o l’uscita di strada, la polizza Mini Kasko interviene solo nel caso in cui nell’incidente sia coinvolto anche un altro veicolo. 

Insomma una polizza assicurativa in grado di coprire la responsabilità civile dell’assicurato per i danni provocati alla propria auto. Per attivare il risarcimento è indispensabile identificare l’altro automobilista coinvolto nell’incidente comunicandone almeno il numero di targa.

Chiamata, nei contratti, “polizza collisione” la polizza mini Kasko consente di accedere ad una significativa copertura assicurativa, senza costi eccessivi.

Polizza Kasko: vantaggi e svantaggi

Accedere ad una forma di copertura per i danni indipendentemente dalle responsabilità può rappresentare senza dubbio un fattore di tranquillità alla guida. E’ la sicurezza di ottenere un rimborso, in ogni caso, ad essere il vantaggio maggiore di questa speciale formula di copertura assicurativa, anche se gli elementi di svantaggio sono notevoli.

L’assicurazione Kasko, come detto in precedenza, si adatta soprattutto alle esigenze dei conducenti che si trovano a percorrere notevoli distanze o dei neopatentati (leggi la guida su come risparmiare sull’assicurazione per neopatentati). Anche chi possiede auto di particolare pregio può pensare seriamente di sottoscrivere questa polizza.

I costi notevoli applicati, a tutte le coperture assicurative facoltative, rappresentano il maggiore “contro” di questa assicurazione. Le spese, inoltre, sono particolarmente alte soprattutto per le coperture aggiuntive come la polizza infortuni.

In sostanza la stipula dell’assicurazione Kasko appare conveniente soprattutto per particolari tipologie di automobilisti e che possono affrontare spese anche di notevole rilievo.

Iscriviti alla Newsletter