Postafuturo Certo: l’assicurazione sulla vita di Poste Italiane, le condizioni

Le trasformazioni che hanno caratterizzato Poste Italiane, nel corso degli ultimi anni, hanno reso la gamma dei servizi offerta molto più ampia rispetto al passato. Ed ecco che accanto ai classici servizi di consegna della corrispondenza si affiancano prodotti come mutui, finanziamenti ed addirittura assicurazioni sulla vita. Insomma oggi Poste Italiane si configura come un vero e proprio operatore finanziario in grado di offrire alla clientela un’ampia serie di servizi.

Postafuturo Certo rappresenta la soluzione che la compagnia ha riservato per chi è alla ricerca di una buona assicurazione sulla vita. Il prodotto si configura come una polizza a partecipazione degli utili con condizioni che Poste Italiane ha definito per le particolari categorie di clientela e seguendo, naturalmente, le condizioni generali dal mercato.

Postafuturo Certo: le condizioni

Una delle caratteristiche principali di Postafuturo Certo è la possibilità di effettuare un unico versamento e di aggiungere ulteriori somme durante l’intera durata del contratto. Un altro elemento che caratterizza la polizza sulla vita di Poste Italiane è la partecipazione degli utili; un metodo retributivo molto comune nel settore delle assicurazioni sulla vita.

E’ indispensabile tenere presente che il capitale versato viene garantito al 100%, in ogni caso, da Poste Italiane,  al netto delle varie spese come i costi di gestione e di riscatto. E’ superfluo aggiungere che, in caso di mancata maturazione degli interessi, i costi saranno, però, addebitati sul capitale.

Il prodotto consente di accedere ad un ampio margine di flessibilità; l’utente può, infatti, provvedere anche a cambiare il beneficiario, in ogni momento. Si tratta di una delle condizioni di maggiore interesse e che consente di approcciarsi ad un prodotto, come l’assicurazione sulla vita, con la consapevolezza della possibilità di cambiarne un aspetto fondamentale.

Come si sottoscrive?

Stipulare Postafuturo Certo è molto semplice. Nel contratto di sottoscrizione è indicata la somma minima che deve essere versata: 2.500 euro. Sempre nel contratto è indicata la durata che è fissata a venti anni. Successivamente, come detto, possono essere realizzati ulteriori versamenti, anche online.

L’importo massimo è  5.000 euro mentre la quota totale non può andare oltre i 250mila euro. I versamenti possono essere realizzati, da parte del contraente, fino al compimento dell’ottantacinquesimo anno di età. 

Alla naturale scadenza del contratto, il titolare può riscattare la somma versata, al netto dei costi e degli interessi riconosciuti dalla Gestione Separata Portavalori Più. Un’altra possibilità offerta da Poste Italiane è di riconvertire la somma depositata in una rendita vitalizia rivaluta ai coefficienti stabiliti in quella determinata fase. Alla morte dell’assicurato, la somma viene versata come premio al beneficiario.

Le garanzie

Postafuturo Certo è un prodotto sicuro? A questa domanda, del tutto normale quando si parla di depositare i risparmi di una vita, la risposta è senza dubbio . Come detto Poste Italiane è in grado di garantire almeno il denaro depositato, meno le spese. La garanzia consiste proprio in questo: ciò che è stato versato, nel corso degli anni o nella fase di stipula, non può essere in alcun modo perso. 

La rivalutazione degli interessi avviene, inoltre, anno per anno secondo i dati della Gestione Separata Più. 

PostaFuturo Certo conviene?

Non sono tante le caratteristiche che differenziano PostaFuturo Certo dalle altre formule di assicurazione sulla vita proposte sul mercato. Insomma un prodotto come gli altri, ma che si caratterizza per il fatto di essere proposto da Poste Italiane, azienda leader del settore ed in grado di accogliere una significativa fiducia da parte degli italiani.

I margini  di guadagno, però, sono ridotti davvero all’osso. Insomma un prodotto a bassa redditività, ma completamente sicuro. Una scelta ideale per intende assicurarsi una somma di denaro per il futuro, senza grosse preoccupazioni di perdere quanto investito.

Iscriviti alla Newsletter