Carte di credito Black: quali sono?

carte di credito black

Il colore nero della carta di credito oggi rappresenta speciali promozioni, ma anche la possibilità di prelevare anche all’estero con un canone basso. Come funziona?

Novità del mercato, le carte di credito Black, ovvero dal colore nero, rappresentano una marcia in più rispetto alle omonime dal colore diverso. Ecco alcuni semplici esempi per capire quali sono le carte di credito con questo colore e cosa offrono nei fatti.

Postepay Evolution

Si parte dall’esempio più noto di carte di credito Black, ovvero la Postepay Evolution. Rispetto alla versione gialla, c’è un canone annuo di 10 Euro, ma anche:

  • Un codice IBAN.
  • La possibilità di prelevare gratis dagli uffici postali.
  • La possibilità di usarla anche all’estero.
  • L’accesso al prestito Bancoposta di piccolo importo.
  • Pagamento di bollettini e giroconti a costi ridotti.
  • L’accesso agli sconti Bancoposta.

Si può anche richiedere la versione aziendale Business, che costa 60 Euro di canone, ma che si può appoggiare tranquillamente a un lettore POS, per garantire maggiori servizi ai propri clienti.

N26 Black

La N26 Black è la prepagata evoluzione della N26 trasparente. Ha un canone mensile di 5,90 Euro. Rispetto alla versione trasparente, oltre al codice IBAN (= disponibile anche nell’altra versione) ha:

  • Trasferimento denaro in valuta estera senza commissioni.
  • Garanzia Mastercard sugli acquisti.
  • Assicurazione viaggi (medico-bagaglio) inclusa.
  • Prelievi gratis in area SEPA e con commissione solo dell’1.7% per gli altri Paesi.

Si tratta di una prepagata che, prossimamente, potrebbe dare anche diritto a un fido da 500 Euro in base ai movimenti fatti.

Infine, permette di mettere da parte dei soldi della carta, bloccandoli per i progetti: si tratta di Spaces, che si possono gestire direttamente dall’app.

Net

Anche la Net è una carta prepagata, ma non ha canone annuo. La carta di Neteller non prevede alcuna commissione, consente il prelievo fino a 900 Euro al giorno in qualsiasi sportello bancario e si ricarica anche dal conto online Neteller per chi lo ha.

Accetta tantissimi metodi di deposito online, ma non si può ricaricare in tabaccheria. Si tratta di un buon strumento per chi cerca una carta pregata e non vuole avere problemi, perchè anche questa aderisce al circuito Mastercard.

Nexi Black

La Nexi Black si presenta come una carta di credito a rate. Tra le carte di credito Black, è l’unica collegata agli istituti bancari. Una volta ottenuta la carta, si potrà usare l’importo ottenuto in prestito, con la certezza di ottenere una rata fissa e costante per poter affrontare al meglio le spese.

La carta si collega al proprio conto corrente bancario e ha un canone annuo che dipende da banca a banca.

Si tratta dello strumento ideale per chi cerca una carta di collegamento con qualcosa in più.

Come richiedere le carte di credito Black

Queste carte di credito si possono chiedere sui siti ufficiali (come nel caso di N26 e Net), oppure direttamente in ufficio postale (Postepay Evolution) o in banca (Nexi Black). Nelle carte con canone, per ottenere la carta si deve prima pagare il canone annuo.

Discorso a parte va fatto per Nexi Black. Per ottenerla, si devono presentare in filiale i documenti utili per capire se si può ottenere un prestito o meno e di quanto (= attestazione di reddito e utenze pagate). Questo permetterà di ottenere maggiore stabilità e di gestire al meglio le spese.

Il vantaggio principale è di avere sempre a disposizione una carta prepagata nella gran parte dei casi, che può servire a ottenere finanziamenti una volta presentato un reddito dimostrabile.

Conclusione

Le carte di credito Black possono facilmente sostituire un conto corrente completo. Per questo, i costi di canone annuo possono essere elevati. Per avere la certezza che sia conveniente, è bene verificare che oltra al canone annuo non ci siano commissioni elevate.