Atto notarile di compravendita: in cosa consiste e come si svolge

Con il termine atto notarile di compravendita si intende un contratto che, in via ufficiale, decreta il passaggio di proprietà da un soggetto ad un altro. Il tutto viene diretto e monitorato da un notaio che attesta che l’intero procedimento avvenga secondo le regole.

Le due parti in causa devono essere presenti al momento della sottoscrizione del rogito notarile. Il contratto viene redatto in “forma pubblica” attestando la reale identità delle parti, la veridicità di quanto riportato nell’atto notarile di compravendita e la legalità di ciò che è stato scritto.

In sostanza con il termine atto notarile di compravendita si intende il passaggio finale che decreta il trasferimento, in via ufficiale, della proprietà di un immobile dal venditore all’acquirente. Questo contratto, in sostanza, si basa sul compromesso che le parti hanno stipulato precedentemente. Alla fase del rogito notarile, inoltre, si può giungere anche senza aver stipulato la parte preliminare.

Atto notarile di compravendita: gli obblighi

Al momento della stipula dell’atto gli impegni che il venditore si assume al cospetto del compratore ed al notaio stesso sono ben precisi. Innanzitutto colui che vende la casa deve garantire l’inesistenza di vizi occulti che possano rendere il contratto irregolare.

Un altro obbligo di chi effettua la vendita dell’immobile riguarda la garanzia che nessuno può avanzare dei diritti sull’abitazione oggetto del contratto di mutuo. Questi aspetti, inoltre, devono essere controllati dal notaio, già nella parte iniziale del rogito.

Ma è il pagamento dei vari oneri a rappresentare il passaggio fondamentale nella fase di compravendita della casa. Nel caso il notaio ha anche il dovere di controllare la possibilità di accedere alle agevolazioni previste, ad esempio, per l’acquisto di una prima casa controllando anche i requisiti del venditore; imposte differenti sono stabilite, infatti, nel caso in cui chi vende l’immobile è un’azienda.

I tributi sono versati interamente dal notaio che provvede anche a trascrivere il contratto di mutuo nel registro dei contratti immobiliari, così da renderlo pubblico. Solo a seguito di questo passaggio, l’atto notarile di compravendita diventa valido ed ufficiale a tutti gli effetti.

Atto notarile di compravendita, gli aspetti essenziali

In sostanza il rogito notarile deve riportare il reale valore della casa oggetto della transazione e le modalità con le quali viene effettuato il pagamento da parte del soggetto che acquista la casa. A margine, inoltre, il notaio può riportare l’eventuale ricorso a forme di assistenza o intermediazione da parte di professionisti.

In questo caso tutti i dati del mediatore vengono scritti all’interno del rogito notarile con tanto di precise indicazioni riguardanti le varie spese che il professionista ha sostenuto per la sua attività; anche in questo caso devono essere indicate le modalità di pagamento delle stesse.

Inutile dire che, tra le altre informazioni necessarie, deve essere indicata l’iscrizione del mediatore nell’apposito albo degli agenti di affari in mediazione. Nel caso di mancato iscrizione, il notaio deve obbligatoriamente segnalare  l’attività all’Agenzia delle Entrate.

E’ inoltre previsto che il notaio sia scelto dall’acquirente dell’immobile: le varie spese previste per il suo intervento, ricadono proprio su colui che acquista la casa.

Nel caso in cui l’immobile oggetto del rogito notarile sia un appartamento in un condominio, il notaio viene scelto dal costruttore così da non necessitare delle prestazioni di più professionisti per i vari appartamenti in vendita.

Il notaio, inoltre, è tenuto a controllare i vari documenti dei due soggetti coinvolti nella compravendita dell’immobile: la carta di identità ed il codice fiscale.

A ciò si aggiungono il certificato di agibilità dell’immobile, i vari dati della casa tra cui le planimetrie, i certificati di costruzione ed, eventualmente, di ristrutturazione, le visure catastali, eventuali precedenti atti di vendita e l’attestato di prestazione energetica.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16