Moratoria mutui

Adempimenti e condizioni necessarie per accedere alla sospensione del pagamento

Quando si parla di moratoria, in Italia, si può intendere una grande quantità di ambiti. Con questo termine, più in generale, si intende la sospensione di un qualsiasi obbligo. Un’interruzione temporanea che spesso viene decisa dalle stesse istituzioni per sgomberi e sopratutto per il pagamento di determinati tributi. Nel settore dei mutui, in particolare, la moratoria comprende la sospensione del pagamento delle rate alla banca per un periodo di dodici mesi. Un anno in cui il cui il mutuatario non ha più l’obbligo di pagare quanto dovuto.

Il provvedimento della moratoria si applica per risollevare l’economia generale da una difficile congiuntura economica. Era il 2010 quando, per la prima volta, venne applicata la sospensione del pagamento dei finanziamenti. Una disposizione messa in campo dal Governo, insieme alla stessa Associazione Bancaria Italiana ed a quelle dei consumatori.

Moratoria dei mutui: di cosa di tratta

Proprio queste due organizzazioni hanno deciso a quale tipologia di utenza si possa applicare. Alle disposizioni governative sulla moratoria dei mutui, le banche possono decidere, o meno, di sospendere effettivamente il pagamento delle rate previste. Nel febbraio del 2010, anno della prima applicazione della moratoria dei mutui, furono quasi il 90% le banche che decisero di aderire all’iniziativa offrendo un sollievo ai soggetti che avevano sottoscritto un piano di finanziamento.

Lo strumento della moratoria, inoltre, rientra nel Piano Famiglia: un’insieme di provvedimenti che l’Esecutivo mette in pratica per risollevare le condizioni dei nuclei familiari, particolarmente colpiti dagli effetti della crisi economica. Proprio in questo piano sono previsti altre tipologie di provvedimenti come il bonus bebè e gli sconti previsti per i nuclei familiari con un maggior numero di componenti e con un reddito inferiore ad un determinato valore o quelli in arrivo come il Reddito Minimo Garantito. A tutto ciò si aggiungono delle agevolazioni sul costo degli affitti e la garanzia del 50% su alcune forme di finanziamento.

Le varie tipologie di moratoria

Proprio nel settore dei mutui i tipi di moratoria previsti sono due: uno che prevede la sospensione dell’intero importo della rata da pagare ed un’altra che prevede la sospensione del pagamento della quota capitale per una durata di un anno.

L’interruzione della rata è un provvedimento messo in campo nel 2010 e non previsto nelle ultime moratorie applicate. Si tratta, in sostanza, di una sospensione del pagamento di una singola rata per un anno. Attraverso questa disposizione il mutuo subirà un allungamento pari alla rata non corrisposta più gli interessi che si andranno a sommare al piano di ammortamento. 

La sospensione della rata da pagare rappresenta uno degli accorgimenti messi in campo da Governo meno piacevoli per le banche. Al momento della disposizione, negli anni scorsi, sono stati davvero tanti gli istituti di credito che hanno deciso di non aderire. Un altro elemento da valutare è, inoltre, l‘aumento degli interessi che, già dalla rata successiva, viene applicato sull’ammortamento appesantendo ancora di più il restante pagamento delle rate.

La sospensione del pagamento della quota capitale è, invece, un provvedimento che viene applicato con maggiore frequenza dagli istituti di credito. In sostanza, con questa moratoria, viene sospeso il procedimento di corresponsione della liquidità che compone il capitale. Ma cosa si intende per quota capitale e quota di interessi?

In sostanza, in ogni rata del mutuo da pagare, l’importo viene suddiviso in una somma che rappresenta la liquidità che la banca ha dato al mutuatario e che egli dovrà restituire mentre l’altra, invece, si compone delle maggiorazione prevista (il guadagno della banca). Una suddivisione caratterizza le tipologie di mutuo in tasso fisso e variabile (nel primo gli interessi si compongono del tasso IRS previsto al momento della stipula mentre nell’altro caso saranno applicati i valori dell’Euribor più lo spread). Con questo provvedimento, quindi, i mutuatari possono ripagare esclusivamente gli interessi, per un determinato periodo.

La moratoria del mutuo viene decisa di anno in anno con caratteristiche che, nel tempo, potrebbero cambiare. Nell’ultima moratoria attuata, valida dal 2015 al 2017, le rate da sospendere sono ben 12 e possono essere applicate sia per i mutui sottoscritti tra banche e privati, ma anche con le piccole imprese. Proprio quest’ultimo aspetto rappresenta una novità rispetto agli anni precedenti in cui la sospensione era attivabile per 18 mesi. Ma come si accede alla moratoria dei mutui?

Moratoria del mutuo: ecco come usufruire

Le condizioni per usufruire della sospensione del pagamento delle rate sono ben precise. Innanzitutto deve essere presentato uno specifico modulo nel quale siano specificate le motivazioni gravi che impediscano il pagamento delle rate. Il tutto va presentato alla banca.

I motivi che possono giustificare la sospensione del pagamento sono la perdita dell’occupazione, a tempo indeterminato o viceversa, la morte del mutuatario con relativo documenti di de cuius, la sopravvenienza di un handicap grave e la riduzione dell’orario di lavoro. Sono esclusi dalla possibilità di fare richiesta chi ha sottoscritto, insieme al mutuo, una polizza assicurativa per la perdita del lavoro. La moratoria del mutuo, inoltre, è prevista solo per i finanziamenti sottoscritti per l‘acquisto della prima casa.

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31