Piano di ammortamento alla francese

Le caratteristiche e calcolo della rata

Il piano di ammortamento alla francese, a dispetto del nome, è una modalità di versamento delle rate più utilizzata in Italia. Si tratta di una tipologia di ammortamento che prevede rate costanti nel tempo con un importo che si compone di una quota capitale e di interessi sempre differenti.

È l’estrema semplicità che ha resto il piano di ammortamento alla francese estremamente comune nel campo dei finanziamenti. Si tratta di uno strumento efficace anche se non sono mancate accuse, da parte delle associazioni dei consumatori, di anatocismo bancario (di cosa si tratta? Leggilo in questo articolo).

Piano di ammortamento alla francese: come si calcola?

La tipologia di versamento delle rate viene stabilita, in fase di stipula, tra mutuatario ed istituto di credito. Proprio in questo momento, particolarmente delicato, l’istituto di credito propone delle differenti modalità di rimborso delle rate tra cui il piano di ammortamento alla francese o all’italiana. Nel primo caso, il più comune, il cliente è tenuto a rimborsare delle rate omogenee anche se le fluttuazioni dei tassi di interesse, nei finanziamenti a tasso variabile, possono portare anche a dei cambiamenti significativi dell’importo mensile.

Il tasso di interesse decresce e la quota capitale aumenta con il tempo: le rate mensili, nonostante siano sempre uguali, prevedono delle quote di interessi e capitali sempre differenti. In sostanza, con il passare del tempo, il versamento del capitale diminuirà con sempre maggiore velocità mentre aumenterà la quota del capitale. Nell’ultima fase del pagamento del mutuo, infatti, si giungerà, quindi, all’azzeramento degli interessi per ripagare solo il capitale. 

È indispensabile tenere presente che, alla luce di questo particolare funzionamento, le variazioni del tasso di interesse saranno avvertite, con maggiore peso, nella fase iniziale del pagamento. Alla luce di questo meccanismo appare chiaro come l’estinzione anticipata del mutuo diventi sempre meno conveniente con il passare del tempo.

Gli svantaggi del piano di ammortamento alla francese

Come detto in precedenza la tipologia di versamento prevista nel piano alla francese è stata più volte additata come scorretta dalle associazioni dei consumatori. In sostanza è il peso degli interessi, man mano calcolati, ad essere indicato come anatocismo bancario.

Il calcolo degli interessi, in particolare, sarebbe effettuato sugli interessi già maturati. Proprio questo tipo di valutazione, cioè il calcolo del tasso di interesse su una somma già comprensiva di interessi, provoca l’anatocismo bancario.

Si chiama capitalizzazione degli interessi e rappresenta un atto espressamente vietato dalla Legge. Una storica sentenza del Tribunale di Bari del 2008, in particolare, ha condannato un istituto di credito per la concessione di un mutuo ad un tasso di interesse che, nei fatti, era del 14,276% quando alla sottoscrizione del contratto il valore stabilito era del 13%.

Ulteriore pronunciamenti hanno, però, smentito un legame tra anatocismo e piano di ammortamento alla francese rendendo la questione molto complessa. Sia il Tribunale di Benevento che di Arezzo hanno infatti emesso una sentenza di segno opposto

Piano di ammortamento all’italiana: di cosa si tratta?

Un funzionamento del tutto differente caratterizza il piano di ammortamento all’italiana. Se in quello francese la quota delle rate cambia con il trascorrere del tempo, nell’ammortamento all’italiana il valore dell’importo, nei primi mesi del mutuo, risulta molto più elevato per diminuire con il tempo, fino all’estinzione del finanziamento.

Il calcolo della rata è, però, molto più semplice. La quota capitale, in questo caso, si aggiunge agli interessi che vengono calcolati sulla somma ancora da restituire. Maggiore è l’ammontare dell’importo che deve essere corrisposto, più alta sarà la rata.

Si tratta di una formula che consente di abbattere la quota capitale più velocemente rispetto al piano di ammortamento alla francese. Anche gli interessi maturati sono inferiori rispetto all’altra modalità di versamento delle rate. Insomma solo vantaggi? Non proprio.

L’ammontare, davvero elevato, della rata iniziale rappresenta una aspetto che rende questo piano poco adatto a chi non ha elevate somme a disposizione. Solo i mutuatari con una capacità reddituale notevole possono sottoscrivere un mutuo del genere, per gli altri è praticamente impossibile.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16