Comprare casa all’asta: ecco come acquistare un immobile spendendo poco

Una delle soluzioni migliori per acquistare un immobile, senza spendere una fortuna, è l’asta immobiliare. Gli immobili proposti nelle vendite giudiziarie sono caratterizzati da un prezzo largamente inferiore a quello proposto dalle agenzie. Comprare casa all’asta però non è semplice come si possa immaginare ed i fattori da valutare sono davvero numerosi, soprattutto quando si tratta di immobili.

Gli aspetti da valutare prima di comprare una casa all’asta

Scegliere l’appartamento da acquistare è il primo passo necessario. E’ sempre utile avere un’idea delle condizioni della casa che effettivamente si vuole acquistare. Lo stato abitativo di una struttura è, infatti, essenziale per evitare di dover spendere somme ingenti per accomodare l’immobile. Non è difficile trovarsi di fronte ad una struttura in condizioni fatiscenti perciò visitarlo o informarsi il più possibile sulle reali condizioni è indispensabile.

Ma è il controllo delle visure a rappresentate uno dei fattori di maggiore importanza come anche in altri procedimenti come lo stralcio immobiliare. Trovarsi di fronte ad una casa che, in realtà, è oggetto di un’ipoteca è un’ipotesi non da scartare soprattutto se la vendita avviene per inadempienza del proprietario. Controllare questo aspetto è, per fortuna, molto semplice. Basta recarsi alla Camera di Commercio indicando l’immobile di proprio interesse per visionare i cosiddetti carichi pendenti. 

Il sequestro o il pignoramento di un immobile può riservare, però, anche un altro tipo di sorpresa, tutt’altro che gradita: l’occupazione da parte di inquilini. Procedere coattivamente allo sgombero degli occupanti non è mai piacevole perciò informarsi anche su questo aspetto, prima di procedere, è indispensabile. Una volta valutati tutti questi fattori, si può effettuare l’acquisto della casa all’asta.

Come effettuare l’acquisto

I fattori da analizzare sono tanti. La tipologia di asta è uno dei più importanti. Sono due le tipologie di asta a cui si può partecipare: quelle con incanto e quelle senza incanto. Nel primo caso il procedimento si effettua solo nel caso in cui si giunga ad un accordo e non sussistano opposizioni di vendita. La procedura con incanto, invece, subentra nel caso in cui non si raggiunga un accordo per la vendita. 

Nelle vendite senza incanto i partecipanti all’asta possono presentare alla Cancelleria del Tribunale l’offerta in una busta chiusa, prima che si svolga l’asta. Nella busta sono presenti le condizioni principali come il prezzo proposto e le tempistiche per il pagamento. E’ indispensabile tenere presente che maggiore sarà la quantità di elementi presenti nell’offerta, più sarà semplice giudicare la stessa rispetto alle altre.

All’apertura delle buste, nel giorno prefissato, il giudice valuterà le varie offerte in presenza degli offerenti e dei creditori.

Sono proprio i creditori presenti ad avere l’opportunità di opporsi alla vendita nel caso in cui l’importo offerto sia inferiore ad un determinata soglia. Può accadere, inoltre, che il giudice, comprendendo la possibilità di effettuare la vendita a condizioni migliori, cioè ad un prezzo più alto, annulli l’asta. Anche l’assenza dei soggetti, la cosiddetta asta deserta, può comportare l’annullamento passando all’incanto o  concedendo l’acquisto al migliore offerente.

La vendita all’incanto

Un procedimento differente, come detto, è previsto per l’acquisto della casa con l’asta ad incanto. Si tratta di una procedura che viene disposta per le condizioni precedentemente descritte nell’asta senza incanto. Comprare casa all’asta con la vendita all’incanto significa ”gareggiare” con gli altri pretendenti.

Sia il prezzo base che le modalità di svolgimento dell’operazione sono decise dal giudice. Ed è proprio il giudice a stabilire la data in cui si svolge l’asta e il termine per presentare la richiesta di partecipazione. Anche in questo caso le offerte devono giungere, in busta chiusa, e non possono contenere un importo inferiore a quello stabilito per la base d’asta ed alla migliore offerta dell’asta senza incanto. Attraverso la valutazione delle offerte in busta, il giudice può aggiudicare l’asta al migliore offerente.

Sia le vendite con incanto che senza devono essere accompagnate da una cauzione. Si tratta di adempimento necessario, da parte dei richiedenti, e che prevede il versamento di un decimo del prezzo offerto in busta. 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Orologi a rate senza busta paga
Orologi a rate senza busta paga
2023-01-02
Perché la cessione del quinto può essere più conveniente di un prestito classico
2022-12-15
Valore Nominale
Valore Nominale: cos’è e come si calcola
2022-12-13
Investire in orologi: è una buona idea? Come guadagnare in un mercato in continua espansione
2022-12-06
FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18