Come valutare una casa: i passaggi necessari per stabilire il ”prezzo giusto” di un immobile

Valutare una casa non è un’impresa facile soprattutto per chi non è un esperto del settore. Le variabili da prendere in considerazione son davvero tante e vanno dalle caratteristiche all’ubicazione dell’immobile. Per venire incontro a chi è nella difficile condizione di stabilire il valore di un immobile diversi siti hanno offerto dei calcolatori in grado di prendere in considerazione dei valori standard per ogni casa. Si tratta di servizi che possono dare solo una vaga idea di quanto un immobile possa valere, visto che tanti parametri risultano relativi.

Le caratteristiche principali di una casa in complesso residenziale

Sono davvero tante le caratteristiche che determinano la natura di un immobile e naturalmente il suo valore. L’ubicazione della casa è senza dubbio fondamentale. Una struttura inserita in un condominio avrà delle profonde difformità da una villa familiare. Questo particolare rappresenta un fattore determinante per stabilire il valore di un immobile, ma non l’unico.

La struttura della casa è senza un elemento indispensabile per valutare una casa. Quanti vani sono contenuti nell’immobile? E quelli indipendenti? Nel primo caso vanno considerate la cucine, la sala da pranzo e le camere da letto mentre per le ”pertinenze” si identificano i bagni, l’ingresso, il corridoio e la presenza di un eventuale ripostiglio. Le pertinenze vengono suddivise in due categorie: quelle esclusive considerate di ”ornamento” come la terrazza, i balconi, uno spazio antistante l’immobile, un orto ecc. e le pertinenze a servizio ovvero dei vani principali dell’immobile come la cantina, il solaio ed il magazzino.

Ebbene, per valutare una casa è indispensabile che siano presi in considerazione elementi fondamentali dell’immobile come la presenza di una comunicazione diretta tre le pertinenze e la casa stessa. Un altro aspetto da tenere bene in considerazione è la metratura dei vani dell’immobile al lordo delle metrature esterne ed interne. Si tratta, in pratica, di valori che compongono la ”superficie calpestabile”.

Ulteriori aspetti da tenere presente, prima di valutare una casa, è che il valore commerciale si calcola esclusivamente sui vani principali e degli accessori diretti esclusi quelli con un’altezza uguale o inferiore ad 1,50 metri. Anche le particolari rientranze o le sporgenze che all’interno dell’immobile producano degli spazi che non siano utilizzabili non sono calcolate. Naturalmente le scale che portano ai piani superiori vengono valutate in proiezione verticale.

Come valutare una casa ”singola”

Valutare una casa inserita all’interno di un complesso residenziale comporta notevoli differenze rispetto ad un calcolo effettuato sugli immobili definiti abitazioni unifamiliari. Sono due le categorie di immobili che rientrano nella categoria di immobili unifamiliari: le ville ed i villini (cambia la categoria catastale).

La valutazione della superficie commerciale si basa su un calcolo del 100% della superficie calpestabile, il 100% delle pareti divisorie fino ad un’ampiezza di cinquanta centimetri, il 100% delle pareti perimetrali esterne e non in comune mentre per quelle perimetrali la valutazione scende al 50%.

Le pertinenze

Per quanto riguarda le pertinenze, si prenderanno in considerazione le dimensioni dei vani principali e degli accessori diretti più le superfici scoperte, dei locali a servizio a  cui si aggiunge l’unità immobiliare vera e propria. Il calcolo viene effettuato, per il giardino, al 10% della superficie fino al quintuplo della superficie coperta dell’immobile o al 2% per le superfici che eccedono questo limite sui vani principali. Per i balconi o i terrazzi il calcolo sarà effettuato, per i vani comunicanti con i vani principali, sul 30% fino ad una superficie di 25 metri quadrati e del 10% su quella eccedente.

Cala la valutazione, per ovvie ragioni, per i balconi ed i terrazzi non comunicanti con una stima che si abbassa, rispettivamente, al 15 ed al 5%. Altri fattori da prendere in considerazione, per valutare una casa in maniera corretta, è l’ubicazione e l’esposizione della struttura; una posizione panoramica, ad esempio, non può non essere presa in esame per stabilire il costo.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16