Comodato di uso gratuito di immobile: procedura, costi e registrazione

comodato di uso gratuito

Il comodato d’uso gratuito è una formula contrattuale attraverso cui il titolare di un immobile può consegnare il bene ad un terzo, a patto che il beneficiario lo restituisca entro una determinata scadenza fissata nel contratto stesso. La concessione avviene del tutto gratuitamente e non prevede oneri particolari né per il concedente né per il beneficiario.

In questa guida analizzeremo le caratteristiche del comodato d’uso gratuito, gli adempimenti burocratici e fiscali necessari e la tassazione prevista.

Comodato d’uso gratuito: di cosa si tratta?

Attraverso il comodato d’uso gratuito il comodatario, ovvero il soggetto che riceverà l’immobile, potrà utilizzarlo per un determinato periodo di tempo diventando, dunque, il titolare del diritto di godimento, ma senza alcun tipo di diritto di proprietà sulla casa. Non potrà, inoltre, cederne il possesso ad una terza persona se non dopo il permesso del titolare. In caso di mancato rispetto dei termini del comodato d’uso gratuito, il proprietario può immediatamente procedere alla richiesta di restituzione dell’immobile.

La formulazione può essere effettuata in iscritto, attraverso la registrazione all’Agenzia delle Entrate, presentando il modello 69. Come detto non sono previsti particolari oneri, per entrambi i soggetti, se non l’imposta di registro che ammonta a duecento euro da versare attraverso il modello F23. E’ possibile, inoltre, stipulare il contratto in forma verbale mentre è obbligatoria, in ogni caso, la registrazione all’Agenzia delle Entrate.

Per quanto riguarda le imposte sull’immobile, è necessario tenere presente che la Legge prevede l’obbligo, per chi concede la casa, di denunciarla nella dichiarazione dei redditi.

Significative novità sono state introdotte per quanto riguarda la tassazione sugli immobili concessi ai parenti stretti, ovvero genitori o figli. In questo caso la Legge di Stabilità del 2016 prevede la possibilità di abbattere del 50% l’ammontare della Tasi, a patto che il contratto sia registrato, ma sopratutto nel caso in cui il comodante risulti titolare di un solo immobile nel nostro paese e che risieda nel comune in cui è collocata la casa oggetto del comodato d’uso gratuito.

In realtà il beneficio è previsto anche se il comodante, oltre alla casa offerta del comodato, risulti titolare di un altro immobile nel medesimo comune, purché esso non sia registrato, nel Catasto, come immobile lusso (per maggiori informazioni, leggi la guida sulla rendita catastale. 

Come si registra il comodato d’uso gratuito?

Come detto la registrazione del comodato d’uso gratuito deve essere effettuata all’Agenzia delle Entrate, anche se la Legge non prevede alcun tipo di obbligo su questo aspetto. Effettuare l’operazione è comunque necessario per accedere agli sconti previsti dalla Legge di Stabilità per la TASI, per il comodato a favore dei familiari.

La registrazione avviene attraverso il modello 69 mentre l’imposta di registro può essere versata con il modello F23 indicando il codice tributo 109T.

La procedura si attiva presentando due fotocopie del contratto accompagnate dalla firma originale. Una copia verrà conservata dall’Agenzia delle Entrate mentre la copia senza il bollo sarà consegnata al comodatario.

E’ necessario apporre una marca da bollo per ogni quattro pagine di contratto o raggiunte le cento righe. Nel caso di rinnovo del comodato, è previsto il versamento dell’imposta di registro (leggi qui di cosa si tratta) di duecento euro ad ogni scadenza.

Gli obblighi

Chi riceve l’immobile deve custodirlo ”con la diligenza di un buon padre di famiglia”. In caso di danni alla struttura, infatti, il comodante può essere costretto a risarcire il titolare dell’immobile.

Per quanto riguarda la restituzione, essa è fissata sull’accordo scritto o è il frutto dell’accordo verbale intercorso tra le parti. Nel caso in cui il termine non sia stato individuato nella fase iniziale, l’immobile può essere restituito appena il titolare ne faccia richiesta.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Orologi a rate senza busta paga
Orologi a rate senza busta paga
2023-01-02
Perché la cessione del quinto può essere più conveniente di un prestito classico
2022-12-15
Valore Nominale
Valore Nominale: cos’è e come si calcola
2022-12-13
Investire in orologi: è una buona idea? Come guadagnare in un mercato in continua espansione
2022-12-06
FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18