Imu prima casa 2017: chi ha l’obbligo di pagarla? Esenzioni ed aliquote

E’ da anni oggetto di continue modifiche, riforme e conseguenti polemiche politiche. L’Imu sulla prima casa rappresenta, da tempo, una delle imposte più discusse in Italia. Con la Legge di Stabilità del 2016 si è sostanzialmente confermata l’abolizione dell’Imu sulla prima casa e della Tasi, oltre al blocco delle aliquote comunali che, quindi non potranno aumentare, ma solo ridursi.

Ma quando è applicabile l’esenzione dell’Imu sulla prima casa? Chi dovrà, al contrario, pagare ancora il tributo? Cosa cambierà per l’imposta sui terreni agricoli? Insomma gli interrogativi sono davvero tanti; cerchiamo di capirci qualcosa in più.

Imu, le novità previste

Come abbiamo visto l’Imu sulla prima casa non deve essere pagata, anche nel 2017. Si tratta di un’esenzione importante che ricade su milioni di italiani proprietari di case, ma non per tutti.

Sono esclusi dall’esenzione, infatti, i proprietari di abitazioni che rientrano nella categoria A1, A8 ed A9. In pratica sono le case di lusso ad essere oggetto ancora del tributo: con la categoria catastale vengono indicate, infatti, le abitazioni di tipo signorile mentre con il codice A8 le ville e con A9 i castelli ed i palazzi che hanno un particolare pregio architettonico e storico.

Devono pagare in tributo, inoltre, i proprietari delle seconde case, delle aree prefabbricabili e degli immobili strumentali.

C’è da tenere presente, inoltre, che l’Imu sulla prima casa non è prevista nel caso in cui l’immobile oggetto dell’imposta sia la dimora abituale ovvero la residenza anagrafica. Se accade che due coniugi vivano in differenti immobili, nello stesso comune, l’esenzione dell’Imu sulla prima casa, è applicata solo su uno degli immobili, di solito dove vivono i figli.

No è prevista l’esenzione dell’Imu sulla prima casa nel caso in cui la casa di residenza sia oggetto di un contratto di affitto. Naturalmente l’inquilino in un appartamento dato in affitto, non ha l’obbligo di pagare l’imposta.

Altre esenzioni dell’Imu sulla prima casa

Gli inquilini degli alloggi considerati come “sociali” non devono pagare l’Imu sulla prima casa. Altra esenzione è prevista per la dimora coniugale data, in seguito al procedimento di separazione o divorzio, ad uno dei due coniugi.

Anche le unità immobiliari, se non locate, e di proprietà di persone anziane o disabili che siano in cura in appositi istituti, sono oggetto di esenzione come le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie che non state oggetto di divisione tra i diversi soci.

Il comodato d’uso gratuito

E’ uno degli aspetti più controversi per quanto riguarda il pagamento dell’Imu sulla prima casa. Cosa accade quando un immobile viene concesso ad un familiare di primo grado, in linea retta (genitori – figli)? L’applicazione dell’imposta è, in questo caso, oggetto di una riduzione del 50% del valore totale. E’ indispensabile tenere presente, però, che l’agevolazione è prevista solo in determinati casi, ecco quali. L’immobile,però, deve essere concesso senza nessun tipo di costo e deve costituire l’abitazione principale.

E’ indispensabile che l’abitazione sia collocata nello stesso comune di residenza del proprietario che la offre in comodato. L’immobile concesso, inoltre, non può appartenere alle categorie catastali indicanti un fabbricato di pregio. Il contratto di comodato, inoltre, deve essere registrato, secondo la prassi spiegata nella nostra guida dedicata al comodato d’uso gratuito.

Un altro tipo di riduzione può essere richiesta anche nel caso in cui l’immobile, oggetto dell’imposta, sia inagibile. La riduzione è, in questo caso, del 50% dell’importo. 

Si tratta di un caso particolare ed oggetto di un’apposita sentenza della Cassazione. Secondo il giudice il contribuente può “autoridursi” l’importo dell’Imu anche senza dichiarare nulla al Comune. Dovrà essere quest’ultimo ad effettuare i controlli del caso.

Un’altra esenzione, prevista dalla Legge di Stabilità, riguarda i terreni agricoli, se affidati ai coltivatori diretti ed agli imprenditori agricoli professionali.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16