Casse di Risparmio

Evoluzione e servizi offerti dalle Casse di risparmio

Una delle realtà che caratterizza maggiormente il settore bancario del nostro paese è la fitta presenza di Casse di Risparmio. Si tratta di una particolare tipologia di istituto di credito che orienta la propria attività verso la raccolta del piccolo risparmio. L’attività delle casse si caratterizza, inoltre, per una remunerazione che avviene attraverso il credito fondiario o ipotecario oppure con una serie di investimenti a basso rischio come i titoli di stato.

La nascita delle Casse di Risparmio risale al finire del Settecento. Un’epoca nella quale gli enti erano senza fini di lucro ed interessati allo sviluppo del risparmio delle classi popolari.

In sostanza era un fenomeno direttamente collegabile ai monti di pietà allora molto diffusi, anche se le differenze, tra le due istituzioni, sono numerose. Erano gli anni venti dell’Ottocento quando il fenomeno si espanse nel nostro paese con la nascita di vari istituto in Veneto, Lombardia, Piemonte e Toscana.

Diversi decenni dopo le casse di risparmio erano presenti ormai su tutto il territorio nazionale. La privatizzazione dello scorso secolo ha conferito agli istituti di credito le caratteristiche che oggi conosciamo. Molte casse, negli anni, sono state coinvolte, infatti, nei processi di privatizzazione o di fusione: la Cariplo, ad esempio, con Banca Intesa (ecco l’offerta di mutui del gruppo).

Nel nostro paese sono state davvero tante le leggi che hanno regolato il settore del credito e quindi delle casse di risparmio. Già nel 1888 una serie di provvedimenti sottopose le entità di credito territoriali alla giurisdizione del Ministero dell’Agricoltura, dell’Industria e del Commercio. Tale regolamentazione mantenne una significativa differenza tra le casse di risparmio, a cui venivano riconosciuti dei doveri dal punti di vista sociale e le normali banche private.

Nella metà degli anni venti un’ulteriore regolamentazione ha portato ad un’ondata di fusioni tra i vari istituti di provinciali e, di piccole dimensioni, con le Casse di Risparmio dei rispettivi capoluoghi di provincia.

Nel 1936 si ebbe una più netta equiparazione tra gli istituti di credito privati e le casse di risparmio. Si trattava, secondo la legislazione, in entrambi i casi di entità finalizzate al credito ordinario. Un significativo cambiamento quindi per le casse di risparmio che videro un nuovo tipo di classificazione della loro attività.

L’unico elemento di differenza che all’epoca fu riconosciuto alle casse di risparmio riguardava la personalità giuridica di enti morali. Un’altra peculiarità che venne riconosciuta è relativa all’attività prettamente locale: caratteristica tutt’ora presente.

Ma i cambiamenti del mercato nel secondo Dopoguerra portarono alla crescita del settore. La Cariplo, ad esempio, raggiunse livelli di attività superiori alle banche. Una serie di limitazioni della legislazione ne impediva, però, l‘aumento dei soci e della consistenza patrimoniale.

La Casse di Risparmio ai giorni nostri: il ruolo nel tessuto economico

Fu la Legge Amato negli anni Novanta a dare una nuova fisionomia ad un settore ancora importante nel nostro paese. In sostanza si impose lo scorporo tra l’azienda bancaria vera e propria che si trasformò in Spa e la Fondazione. A quest’ultima è stata riconosciuta la prerogativa di ente con fini benefici mentre alla banca sono stati attribuite funzioni creditizie.

Con la successiva despecializzazione bancaria le casse di risparmio sono state definitivamente equiparate con le normali banche. Insomma una funzione che è del tutto simile a quella degli istituti di credito, anche se in un’ambito di azione prettamente locale. Le casse di risparmio rappresentano tuttora una parte importante del tessuto economico del nostro paese. Una serie di entità vicine al territorio ed in grado di risponderne alle esigenze.  

Le casse di risparmio, nel nostro paese, garantiscono servizi essenziali ai piccoli risparmiatori con una particolare attenzione ai libretti. Oggi le casse, in Italia, rappresentano ancora un’entità economica importante con 45 istituti iscritti nell’Acri (Associazione Casse di Risparmio) a cui si aggiungono le varie fondazioni.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31