Detrazione interessi mutuo fondiario

Alleggerire le spese di un contratto di mutuo è possibile grazie ad una serie di strumenti messi in campo dal Governo per favorire il mercato dei mutui immobiliari e, di conseguenza, il settore dell’edilizia. Sono davvero tante le detrazioni di cui si può beneficiare; una serie di alleggerimenti del tasso di interessi che non può non interessare gli aspiranti mutuatari.

In realtà le detrazioni previste per il mutuo fondiario non interessano solo l’aspetto degli interessi applicati sulle singole rate da pagare, ma anche varie spese “accessorie” che possono gravare sul pagamento della liquidità necessaria oltre alle clausole di indicizzazione: insomma una serie di sconti davvero interessanti.

Le detrazioni sui mutui riguardano, però, per la maggior parte, lacquisto della prima casa da adibire ad abitazione principale cioè dove vivono, di solito, il mutuatario e la sua famiglia. Nel caso in cui il proprietario abbia acceso due contratti di mutuo, uno per un suo familiare ed un altro per l’immobile dove vive abitualmente, le detrazioni previste saranno applicabili al solo immobile nel quale vive abitualmente.

E’ l’aliquota Irpef ad essere oggetto degli sconti maggiori con possibilità di detrazioni fino al 19% degli interessi passivi, delle quote di rivalutazione e degli spese accessorie. L’importo che, al massimo, può essere oggetto della detrazione non può superare i 4.000 euro da ripartire, nel caso, tra i vari intestatari del mutuo. La possibilità di accedere alle agevolazioni può essere applicata, inoltre, entro un anno dalla data in cui l’immobile sia stato adibito a prima casa. In nessun caso, inoltre, le detrazioni spettano all’usufruttuario per il semplice motivo che non ha comprato l’immobile, ma ne ha acquisito il semplice diritto di godimento. 

Le detrazioni vengono sempre applicate in proporzione al valore dell’immobile, anche nel caso in cui il mutuatario abbia sottoscritto un contratto un mutuo per un ammontare superiore a quello dell’abitazione. Le agevolazioni, infatti, vengono calcolate sul valore catastale indicato nel rogito notarile al quale si aggiungono le spese notarili e quelle accessorie.

Se il mutuo ipotecario è stato sovvenzionato attraverso dei contributi erogati da enti o dallo stesso Stato, le varie tipologie di detrazione possono essere applicate sugli interessi passivi relativi all’importo che il mutuatario ha concretamente corrisposto.

Per quanto riguarda gli oneri accessori su cui è possibile applicare le detrazioni si tratta dei vari costi che sono stati affrontati per la stipula del finanziamento come l’attività di intermediazione effettuata dalla banca, le diverse imposte previste per l’applicazione dell’ipoteca o per la sua cancellazione, le spese istruttorie, di perizia oltre ad eventuali penalità accorse per l’estinzione anticipata e quelle notarili. Proprio riguardo le spese previste per l’intervento del notaio, le detrazioni interessano, però, la sola fase iniziale.

Mutuo per la costruzione e ristrutturazione dell’abitazione principale

E’ di diciannove punti percentuali la detrazione prevista per i lavori di costruzione di ristrutturazione di un immobile, purché rappresenti l’abitazione principale del mutuatario. L’importo massimo sul quale applicare le agevolazioni è pari a 2.582,28 euro per ogni anno di imposta. Le detrazioni applicabili riguardano, anche in questo caso, gli oneri accessori e gli interessi passivi. Ma quali sono le condizioni che permettono di usufruire delle detrazioni?

Il contratto di mutuo deve essere stipulato in un periodo equivalente ad almeno sei mesi precedenti dalla data di inizio dei lavori di realizzazione o, al massimo, nei diciotto mesi successivi. La casa oggetto del mutuo, inoltre, deve essere adibita ad abitazione principale entro sei mesi dalla fine dei lavori di realizzazione. La stipula del contratto di finanziamento deve essere realizzata dal proprietario reale dell’immobile. Le detrazioni, inoltre, saranno applicate esclusivamente sugli interessi passivi che riguardano i vari anni di costruzione della casa.

La documentazione necessaria per detrarre gli interessi passivi

I documenti per accedere alle varie tipologie di agevolazioni sono: una fotocopia del contratto di mutuo in cui sia specificato il finanziamento concesso per l’acquisizione di un immobile con i vari oneri accessori indicati più le quietanze di pagamento degli interessi passivi, le quote di rivalutazione e le varie spese accessorie.

A tutto ciò dovrà essere aggiunta la documentazione che attesti che l’immobile sia utilizzato come abitazione principale con le risultanze dei registri anagrafici più un’autocertificazione per dimostrare, nel caso, che il mutuatario abiti  in una casa differente da quella riportata nei vari registri anagrafici del comune.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31