Mutuo senza garante

Come accedere ad un finanziamento senza la garanzia di terze persone

Le forme di garanzie personale possono essere uno strumento di vitale importanza per l’accensione di un contratto di mutuo. La fideiussione può, in molti casi, rendere una richiesta di finanziamento accettabile per la banca, anche se il mutuatario non ha le condizioni reddituali e patrimoniali sufficienti.

Le condizioni di crisi economica degli ultimi anni hanno alimentato l’introduzione dello strumento della firma di un garante che possa rispondere del pagamento delle rate, in caso di inadempienza del mutuatario. L’aumento spropositato di queste forme di garanzie ha portato spesso a pensare che la figura di un garante sia indispensabile per la stipula di un contratto di buona parte dei mutui.

La garanzia personale è sempre indispensabile?

Ma la firma di garanzia, da parte di una terza persona, è un atto che può comportare ricadute anche molto gravose. In sostanza, con la sottoscrizione da parte del garante, gravano su quest’ultimo delle responsabilità oggettive. Dal patrimonio immobiliare alle fonti di reddito, gli elementi sui quali possono ricadere eventuali forme di riscossione forzata sono davvero tanti. Il garante, infatti, si impegna a corrispondere le rate nel caso di insolvenza da parte del mutuatario. Insomma una responsabilità davvero importante che non tutti sono disposti ad accollarsi per garantire la possibilità all’aspirante mutuatario, di accedere al finanziamento.

L’intervento della figura del garante è, in realtà, un’evenienza necessaria solo in situazioni del tutto particolari. Sottoscrivere un mutuo, senza la garanzia personale è possibile attraverso dei semplici accorgimenti. Valutare le varie offerte di mutuo sul mercato è, ad esempio, indispensabile per garantirsi il finanziamento più adatto alle proprie esigenze e con vincoli non eccessivamente restrittivi.

Come accedere ad un mutuo senza la figura del garante

Osservare le forme di finanziamento proposte dai vari istituti di credito non è un’operazione molto semplice. Sono tanti gli elementi che devono essere attentamente controllati, al di là delle condizioni economiche. I vari istituti di credito, infatti, applicano dei vincoli differenti per la concessione dei mutui. Molte banche, già nelle prime fasi, richiedono a “titolo informativo” l’indicazione di un soggetto che possa, nel caso in cui risulti necessario, intervenire con una fideiussione.

Il mutuatario, a questo punto, deve procedere senza indicare nessuna garanzia personale, così da avere più chiare le proprie capacità di rimborso delle rate del mutuo che si sta per sottoscrivere. Altro aspetto da tenere in considerazione, per stipulare un mutuo senza la figura del garante, è quello dei costi che si aggiungono alle rate da pagare mensilmente. Evitare di far lievitare l’importo mensile è indispensabile in questi casi attraverso l’abbattimento di costi aggiuntivi come quelli relativi all’intermediazione o alle finanziarie. Mantenere il piano di ammortamento nei limiti della sopportabilità può risultare di grande aiuto per evitare che la banca renda necessaria una garanzia aggiuntiva.

Ma sono i mutui per la prima casa destinati ai giovani a prevedere, sempre più spesso, l’intervento del garante. Le banche, infatti, valutate le varie condizioni reddituali e “pregresse” per gli aspiranti mutuatari, tendono ad inserire la figura di una terza persona, molto spesso un familiare, che possa pagare le rate in caso di difficoltà del mutuatario. I contratti di lavoro atipici e la mancanza di una “credibilità finanziaria” sono gli aspetti che maggiormente determinano queste condizioni contrattuali.

Proprio per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, i giovani possono ricorrere a diverse forme di contratti finanziari che, anche diversi anni prima del mutuo, possano risultare una prova concreta di affidabilità. Richiedere un piano di accumulo o una semplice carta di credito può aiutare nella successiva valutazione della banca. La correttezza e la puntualità nei pagamenti sono, infatti, gli aspetti che gli istituti di credito tengono maggiormente in considerazione per la stipula di un contratto di mutuo.

 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16