Plafond Casa

Il funzionamento e le modalità di accesso ai mutui agevolati

Stimolare l’accesso al credito risollevando le sorti del settore edilizio ed immobiliare. Sono le finalità principali della convenzione Plafond Casa. Stipulata nel 2013 dalla Cassa Depositi e Prestiti con l’Abi, l’Associazione delle Banche Italiane, la convenzione Plafond Casa prevede l’erogazione di due miliardi di euro in favore dei soggetti svantaggiati e che altrimenti avrebbero maggiori difficoltà nell’accensione del credito. Si tratta delle giovani coppie, le famiglie numerose ed i nuclei familiari con un componente in condizioni di disabilità.

Le risorse che, come detto, ammontano a due miliardi di euro e vengono erogate dallo Stato ai vari istituti di credito per incoraggiare l’erogazione di liquidità alla clientela in difficoltà. I finanziamenti possono essere destinati sia all’acquisto che alla ristrutturazione degli immobili.

Plafond Casa non offre forme di vantaggio per quanto riguarda le condizioni del finanziamento stesso, ma ne facilita l’accesso. Ma quali sono le condizioni per ottenere questa forma di agevolazione?

Plafond Casa: un’offerta destinata alle categorie protette

Come detto in precedenza, il progetto Plafond Casa è destinato a particolari categorie di mutuatari che altrimenti non avrebbero accesso al credito. Le famiglia numerose, cioè con un numero di figli pari ad un minimo di tre o i nuclei familiari in cui sia presente una o più persone disabili hanno la priorità per usufruire dei fondi.

Anche le giovani coppie possono accedere a Plafond Casa, purché uno dei componenti abbia un’età inferiore ai 35 e l’altro quaranta.

Insomma questa formula di mutuo rappresenta una mano significativa ai tanti che, dopo la stretta del credito seguita alla crisi economica del 2007, si sono trovati nell’impossibilità di accedere ai contratti di mutuo. Trattandosi di una forma di agevolata, il finanziamento prevede comunque degli obblighi a cui adempiere.

Le condizioni per accedere alle agevolazioni di Plafond Casa

Per usufruire dei mutui plafond il primo passo da realizzare è recarsi in uno degli istituti di credito che offrono questa particolare agevolazione. Basta dare una rapida occhiata su internet per visionare la lista delle banche con i relativi prodotti.

Sempre sul portale web è possibile scaricare il modulo per la compilazione dell’apposita richiesta. Sarà l’istituto di credito a visionare le varie domande ricevute, riservando la priorità ai richiedenti caratterizzati da una maggiore condizione di bisogno. La valutazione spetta esclusivamente alla banca che può applicare o meno un tasso a condizioni di vantaggio.

E’ indispensabile sapere che si tratta di un prodotto offerto fino ad esaurimento delle risorse disponibili che ammontano a 150 milioni di euro per ogni singolo istituto di credito. Tutti i termini e le condizioni del contratto sono regolati in autonomia dalla banca stessa come anche la somma da concedere. Ma quanto si può ottenere attraverso il Plafond Casa?

Le somme erogabili attraverso Plafond Casa

L’importo massimo erogabile viene stabilito a seconda degli interventi che il mutuatario deve realizzare. Nel caso di ristrutturazione dell’immobile la cifra che si può ottenere è di 100mila euro. Sono previste condizioni di particolare vantaggio nel caso in cui i lavori da realizzare sull’immobile siano rivolti a migliorarne l’efficienza energetica.

Per quanto riguarda l’acquisto della prima casa, invece, la somma massima è di 250mila euro mentre si passa a 300mila se, oltre all’acquisto dell’immobile, vengano realizzati interventi di ristrutturazione rivolti ad adeguare la struttura alle nuove regole di rispetto ambientale, dello sfruttamento delle energie alternative attraverso il pannelli solari e la regolazione della dispersione del calore interno. Alcune condizioni, come detto in precedenza, possono essere regolate, però, dalla banca stessa. Ma quali sono gli istituti di credito che offrono la possibilità di accedere a Plafond casa?

L’Unicredit, il Monte dei Paschi di Siena, l’Intesa San Paolo, la Bnl, la Banca Popolare e la Banca Sella sono gli istituti di credito più importanti del nostro paese che hanno adottato l’iniziativa del Governo. Alla lista si aggiungono le maggiori Banche Popolari e Credito Cooperativo; basta recarsi sul sito della Cassa Depositi e Prestiti per visionare l’elenco completo.

 

 

 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16