Rent to buy

Locazione con patto di futura vendita

Il termine inglese rent to buy indica una formula molto comune nel contratto di locazione nel nostro paese. Si tratta, in pratica, di un contratto che offre la possibilità all’affittuario di acquisire la proprietà dell’immobile alla scadenza prevista. Ma cosa accade nel caso in cui una delle parti coinvolte risulti inadempiente? A chi spetta il pagamento delle imposte? I quesiti che è possibile porsi, prima della sottoscrizione di un contratto rent to buy, sono davvero tanti. In questa guida cercheremo di fare chiarezza sui vari aspetti del contratto e del funzionamento della formula dell’affitto con la possibilità di riscatto.

Rent to buy: di cosa si tratta?

Il rent to buy o affitto con riscatto consente di stipulare un contratto di locazione che potrà trasformarsi, in determinate condizioni, in un acquisto vero e proprio alla scadenza. E’ indispensabile tenere presente che il passaggio della compravendita non è obbligatorio per entrambe le parti costituendo una semplice possibilità tra cui scegliere. Il contratto si compone di due fasi: un classico contratto di affitto e un preliminare di vendita realizzato tra le due controparti entro un termine stabilito. Di solito tale limite temporale è fissato tra i tre ed i cinque anni, ma la tutela può raggiungere anche i dieci anni.

Per accedere a questa particolare opzione, però, è previsto un importo maggiorato sul canone di locazione da pagare mensilmente. Oltre alla spesa mensile che si andrà a versare per la locazione dell’immobile, si andrà a pagare una quota che andrà a comporre l’acconto sul costo finale del bene.

Le condizioni del rent to buy

Come abbiamo detto in precedenza, la formula del rent to buy non prevede l’obbligo di acquisto dell’immobile, anche se è utile controllare le condizioni previste nel contratto ed eventuali vincoli, perfettamente previsti dalla Legge. Ma è il costo mensile da pagare a rappresentare l’elemento da valutare con maggiore attenzione e verificare quanto questo sia realmente proporzionato all’acconto da corrispondere per l’acquisto successivo.

Naturalmente maggiore sarà il canone mensile più alta sarà la garanzia per il proprietario dell’immobile e tanto più oneroso sarà il costo per l’affittuario. Quest’ultimo, in alternativa, potrebbe accedere ad un classico contratto di locazione accantonando la somma per l’anticipo di un qualsiasi immobile, senza alcun tipo di obbligo previsto invece per la formula del rent to buy.

E’ utile tenere presente quest’ultima alternativa visto che la somma accantonata nel contratto di rent to buy potrebbe essere persa nel caso in cui si scelga di rinunciare all’acquisto del bene. Può anche accadere, invece, che il proprietario dell’immobile ritenga l’intera somma versata durante la fase di locazione come deduzione per il costo dell’immobile. Insomma i termini del contratto possono essere davvero tanti.

Conviene la formula del rent to buy?

La locazione del rent to buy rappresenta una valida alternativa al classico contratto di acquisto della casa rappresentando un punto di equilibrio potenzialmente interessante tra la formula dell’affitto e l’acconto del costo di un immobile. Ma chi intende la sottoscrizione del contratto rent to buy come un modo per ”provare” l’immobile e sceglierne, o meno, l’acquisto alla scadenza, si sbaglia di grosso. In caso di rinuncia all’acquisto si andrà a perdere l’intera somma pagata in aggiunta al canone mensile. 

La sottoscrizione dell’affitto con riscatto può essere particolarmente utile per chi intende acquistare un immobile con una formula che non sia quella del mutuo. Anche per chi ha una concreta prospettiva di stabilità, dal punto di vista lavorativo a lungo termine, il contratto del rent to buy può risultare la scelta migliore.

In caso di inadempienza dell’affittuario, invece, il proprietario ha la facoltà di riprendersi l’immobile e, se previsto dal contratto, anche della quota di anticipo sul prezzo versata mensilmente.

 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16