Settima salvaguardia: ecco i requisiti per accedere alla pensione anticipata

Il settore delle pensioni è da tempo oggetto di una di cambiamenti. Il superamento della legge Fornero è stato uno dei temi per cui le parti politiche si sono date battaglia con posizioni contrastanti, ma tutti concordi a rendere i requisti di accesso alla previdenza ”più morbidi”. In quest’ottica è stato introdotto il tema della pensione anticipata, la cui approvazione è, però, in alto mare.

Con la Legge di Stabilità 2016 diverse novità hanno riguardato anche i requisiti per accedere alla pensione, ma soprattutto per risolvere la spinosa questione degli esodati. Una delle maggiori novità riguarda la cosiddetta ‘‘Settima Salvaguardia”, un provvedimento messo in campo per porre una serie di deroghe riguardo i requisiti previdenziali introdotti dalla vecchia legge del 2011.

Cos’è la Settima Salvaguardia?

Si tratta di un atto che permette a 26.300 lavoratori che possono dimostrare determinati requisiti, di mantenere le pregresse regole per accedere al pensionamento. Tutto ciò si traduce nella possibilità di usufruire della pensione in tempi anticipati rispetto a ciò che prevede l’attuale norma.

Le regole sono simili rispetto alla Sesta Salvaguardia approvata negli anni scorsi, con la sola differenza che riguarda lo spostamento, dal sei gennaio 2016 al sei gennaio 2017, del termine ultimo per maturare la decorrenza della prestazione. Ad ottenere l’inclusione al trattamento possono essere anche i lavoratori che accedono al trattamento edile e di quelli provenienti dalle aziende cessate o che sono sottoposte alle procedure di fallimento, del concordato preventivo, della liquidazione coatta amministrativa, dell’amministrazione straordinaria o dell’amministrazione straordinaria speciale.

In sostanza ad accedere alla Settima Salvaguardia sono i lavoratori in mobilità, coloro che ricevono il trattamento speciale edile, quelli autorizzati alla prosecuzione volontaria della contribuzione, i lavoratori cessati in seguito ad accordi di tipo individuali o collettivi di incentivo all’esodo o in seguito alla risoluzione unilaterale del contratto, i soggetti che si trovano in congedo per l’assistenza dei figli affetti da condizioni di disabilità grave ed infine i lavoratori cessati a cui è scaduto il contratto di lavoro a tempo determinato.

A chi ha diritto alla prestazione pensionistica, l’Istituto ha inviato un’apposita lettera in cui si comunica l’accoglimento della richiesta.

L’ottava Salvaguardia

E’ l’ultima novità che riguarda l’ambito delle pensioni e che prevede la possibilità di accedere alla prestazione pensionistica per gli esodati. Attraverso la Legge di Bilancio del 2017 si porrà finalmente termine, a quanto sembra, allo spinoso problema frutto degli errori della legge del 2011.

Con il termine Ottava Salvaguardia si indica l’ottavo provvedimento messo in campo per salvaguardare i lavoratori che si trovano nell’impossibilità di accedere ad un reddito, perché senza lavoro e che non possono accedere alla pensione perché ancora privi dei requisiti previsti dalla Legge Fornero.

Con quest’ultima iniziativa sono 30.700 i lavoratori che potranno accedere alla pensione anticipata attraverso le vecchie regole ”ante Fornero”.

I requisiti

Per accedere all’Ottava Salvaguardia è necessario rientrare in specifiche categorie; vediamo quali. I lavoratori in mobilità o che si trovano in trattamento speciale edile, frutto degli accordi governativi o non governativi stipulati entro il 31 dicembre 2011, i lavoratori ed addetti delle aziende cessate o sottoposti all’attivazione di fallimento.

Si aggiungono i lavoratori prosecutori volontari che abbiano almeno un contributo volontario accreditato che abbiano maturato i requisiti per accedere alla pensione secondo i requisiti previsti prima della Fornero, entro un periodo di ottantaquattro mesi dall’entrata in vigore.

Rientrano anche i lavoratori con risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro, in congedo per l’assistenza ai figli disabili, sempre con i requisiti previdenziali previsti.

Infine possono accedere all’Ottava Salvaguardia anche i lavoratori dotati di un contratto di lavoro a tempo determinato cessato dal primo gennaio del 2007 al 31 dicembre del 2011 con i requisiti richiesti dalla normativa precedente alla Riforma Fornero ed entro 72 mesi dall’entrata in vigore. Il numero massimo di soggetti salvaguardati è di 200mila.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16