Finanziamenti agricoltura: come ottenere le agevolazioni per l’avvio di un’impresa agricola

Avviare una nuova attività per la produzione o la trasformazione dei prodotti della terra o per potenziarne l’attrezzatura, oggi è più semplice grazie ad una serie di sconti che il Governo e le autorità europee hanno deciso di mettere in campo  negli anni.

Una Legge in particolare, la 135/97, regolamenta l’erogazione dei fondi che devono essere rimborsati per una somma pari alla metà di quanto ricevuto. La normativa è stata realizzata con il preciso scopo di risollevare un settore fortemente penalizzato dalla crisi economica.

Una nuova visione dell’agricoltura quella messa in campo dalle amministrazioni che, attraverso gli incentivi sui finanziamenti agricoli, puntano a limitare il fenomeno, in alcune aree allarmante, dell’abbandono dei campi e oltre all’emigrazione giovanile dalla aree interne.

Ed è proprio ai giovani che sono indirizzate specifiche formule per abbattere i costi presenti nell’avvio di una nuova attività o nel subentrare nella gestione di un’azienda agricola già esistente. In sostanza i vantaggi dei finanziamenti per l’agricoltura riguardano la possibilità di rimborsare esclusivamente una parte della somma ricevuta. Ma quali sono gli sconti previsti?

Finanziamenti per l’agricoltura: le occasioni a “fondo perduto”

Le agevolazioni per i finanziamenti per l’agricoltura, come detto in precedenza, possono coprire una quota pari al 50% della somma erogata. Una metà del finanziamento ottenuto è a “fondo perduto” cioè non è correlato a nessun tipo di obbligo di restituzione da parte dell’utente mentre l’altra metà va restituito, ma con una formula di pagamento che, anche in questo caso, prevede particolari forme di vantaggio.

Un tasso di interesse davvero basso è previsto per le rate che dovranno essere pagate nel periodo successivo. Insomma condizioni vantaggiose per chi vuole intraprendere la difficile attività dell’impresa agricola o nel rinnovamento della stessa; ma quali sono le attività che possono essere oggetto delle agev0lazioni per i finanziamenti per l’agricoltura?

Oltre all’acquisto di nuovi immobili destinati all’attività di produzione agricola, anche gli stessi macchinari possono essere scontati per i finanziamenti agricoli. Dall’acquisto delle attrezzature necessarie per il trattamento dei prodotti al rinnovamento degli interni con la realizzazione di nuovi impianti fino alla formazione del personale, le spese che possono essere “scontate” del 50% sono davvero tante. Per quanto riguarda le attività finanziabili, esse riguardano tutti i lavori che prevedono la produzione e la trasformazione di prodotti agricoli. Sono comprese, inoltre, anche la silvicoltura, l’orticoltura e la floricoltura come anche l’allevamento di pesci, sia in acqua dolce che salata.

Accedere ai finanziamenti per l’agricoltura: un’impresa non facile

Ma la regolamentazione in questo ambito è davvero stringente ed accedere alle agevolazioni dei finanziamenti destinati all’agricoltura non è facile per tutti. È l’area nella quale si vuole sviluppare la propria attività a rappresentare una delle maggiori discriminanti. Le zone considerate negli “obiettivi 1, 2 e 5” sono quelle destinate alle maggiori agevolazioni. Si tratta di aree considerate, come detto in precedenza, a rischio abbandono ed emigrazione. Nel nostro paese solo le regioni meridionali rientrano in questa particolare categoria. Ma anche nel resto delle regioni italiane è possibile accedere ai finanziamenti per l’agricoltura con una quota finanziabile, a fondo perduto, pari al 40%; l’importante è leggere bene i bandi e la scadenza degli stessi.

Soprattutto per quanto riguarda i finanziamenti erogati dall’Unione Europea, ci sono dei limiti temporali molto precisi da rispettare. Controllare in maniera capillare i siti internet dedicati al settore è sicuramente il primo passo da fare per informarsi al meglio sui finanziamenti per l’agricoltura ai quali si può accedere.

Cia, Coldiretti, Confagricoltura e Copagri sono le organizzazioni del settore agricolo maggiormente aggiornate su questo tema. Ma gli adempimenti per accedere a questa forma di finanziamento possono essere davvero intricati e, spesso l’utente, impelagato in una serie di pratiche burocratiche di difficile soluzione, può commettere degli errori nella formulazione della richiesta.

Richiedere un aiuto di un perito agrario o comunque di un esperto del settore come un agronomo o un agrotecnico può essere essenziale per compilare una corretta domanda per accedere ai finanziamenti per l’agricoltura.

Sono i giovani a poter accedere a forme ulteriori di agevolazioni. Si tratta di finanziamenti destinati per l’apertura di nuove aziende e possono essere richiesti, solo se in possesso di determinati requisiti.

Finanziamenti per i giovani agricoltori, gli obiettivi ed gli adempimenti necessari

È l’età anagrafica a rappresentare una degli aspetti principali. In sostanza solo chi ha dai 18 ai 36 anni può inoltrare la domanda per accedere agli sconti, ma non basta. Il richiedente deve essere in possesso dell’attestato di imprenditore agricolo o di conseguire lo stesso in un periodo non superiore ai due anni dalla presentazione delle domanda. La sede dell’azienda e la residenza del richiedente, inoltre, devono essere localizzate nelle aree considerate a rischio spopolamento ed emigrazione indicate con la dicitura obiettivo 1, 2 e 5b.

Stimolare uno “svecchiamento” nel settore agricolo  è l’obiettivo delle misure messe in campo per i giovani. L’agricoltura è uno degli ambiti maggiormente colpiti dal processo dall’emigrazione negli ultimi anni. Inserire una nuova generazione nell’attività agricola significa portare una nuova propensione all’innovazione ed un maggiore rispetto dell’ambiente.

I finanziamenti per l’agricoltura a fondo perduto, indirizzati ai più giovani, possono essere erogati in un minimo di due rate: l’ultima delle quali che verrà fornita solo nel caso in cui il piano di sviluppo industriale della compagnia si sarà sviluppato come dichiarato al momento della sottoscrizione della richiesta del finanziamento.

Anche in questo caso i fondi possono sovvenzionare l‘acquisto di bestiame, costruzioni di strutture destinate alla produzione, aquisizione di terreni, le spese di esercizio ed addiritutta quelle notarili e le varie consulenze iniziali.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16