Prestiti cambializzati a domicilio: convengono davvero? Vantaggi e svantaggi

prestito cambializzato a domicilio

I prestiti cambializzati sono una particolare formula di finanziamenti che consente agli utenti di ricevere una determinata somma direttamente a domicilio ed in breve tempo.

Si tratta di una tipologia di prestito molto utile per i tanti che altrimenti avrebbero difficoltà all’accesso al credito e pertanto molto usata dai cattivi pagatori ed iscritti alla banca dati del Crif. In questa guida analizzeremo i pro ed i contro dei prestiti cambializzati, quando conviene effettivamente sottoscriverli con vantaggi, gli immancabili svantaggi oltre ai requisiti di solito richiesti dagli istituti di credito.

Prestiti cambializzati a domicilio: come funzionano?

Con il termine prestiti cambializzati a domicilio vengono indicati dei finanziamenti particolarmente semplici da ricevere e accessibili ad una vasta gamma di utenza, compresi i protestati. La richiesta può essere avanzata su internet, sulle varie piattaforme web, mentre l’erogazione avviene entro un periodo di sole 48 ore. 

La consegna del denaro avviene attraverso un incaricato che si recherà a domicilio consegnando l’assegno circolare con l‘importo richiesto. 

Online l’utente può compilare il modulo sul sito stesso dell’istituto di credito o del broker, dopo aver inviato i documenti online via fax o mail. Insomma dalla richiesta al ricevimento del denaro: tutti i passaggi possono essere effettuati direttamente da casa.

I vari prestiti cambializzati vengono proposti dalle società finanziarie attraverso i broker. Avvistata l’offerta che più adatta alle proprie esigenze non resta che inviare la richiesta contattando la compagnia che li eroga. A questo punto bisogna compilare il modulo indicando semplicemente la somma desiderata e le garanzie richieste.

Chi può richiedere un prestito cambializzato?

Come accennato in precedenza il prestito cambializzato rappresenta una formula di finanziamento adatta davvero a tutti.

Dai cattivi pagatori ai protestati, che spesso si rivolgono a questo tipo di prestito come una sorta di ”ultima spiaggia”, il prestito cambializzato consente l’accesso al credito anche ai lavoratori autonomi, in possesso della partita Iva e con le garanzie necessarie.

La comodità del prestito cambializzato

Chi l’ha detto che per ottenere un prestito è necessario uscire di casa e recarsi in banca con tutta la documentazione? Oggi l’utilizzo della rete consente di richiedere il finanziamento direttamente dal divano di casa con pochi click. La velocità di erogazione rappresenta uno dei vantaggi maggiori dei prestiti cambializzati. Il controllo dei dati viene effettuato dall’istituto di credito in poche ore confermando, o meno, l’erogazione del prestito. 

In caso di riscontro positivo l’istituto di credito provvederà ad inviare un addetto a domicilio per consegnare l’assegno circolare ed i documenti di stipula del prestito da firmare.

I costi

Come tutti i finanziamenti anche quelli cambializzati prevedono un determinato tasso di interessi. Si tratta di un costo inevitabile che la banca applica in relazione al ‘‘rischio” di insolvenza del cliente. Essendo il prestito cambializzato una formula concessa spesso anche ai cattivi pagatori, i rischi di mancato pagamento a cui si espone la compagna sono elevati, pertanto crescono anche gli interessi.

I costi dei prestiti cambializzati sono, in media, superiori rispetto alle altre formule di finanziamento, una differenza che rende questo tipo di prestito mediamente più gravoso rispetto ai ”classici” prestiti.

I requisiti

Cosa serve per sottoscrivere un prestito cambializzato a domicilio? I documenti da presentare sono:

copia di un documento di riconoscimento.

Una busta paga, anche oggetto di pignoramento.

Dichiarazione dei redditi in caso di libera professione.

Se il pignorato ha avuto dei problemi, in passato, con il pagamento delle cambiali, il prestito cambializzato potrà essere sottoscritto solo per il consolidamento del debito. 

Un altro svantaggio riguarda il mancato pagamento di una cambiale che, essendo un titolo esecutivo, produce l’immediato protesto del cliente, una condizione senza dubbio gravosa con esiti immediati sulla persona.

 

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31
conto deposito regalo
Le banche a favore dei clienti: ecco il conto deposito regalo
2019-10-30
conto deposito HSBC
Tutte le caratteristiche del conto deposito HSBC: quanto conviene aprirlo?
2019-10-29
kappa
Come aprire un franchising kappa anche nella tua città
2019-10-29
Perchè scegliere di affittare elicottero
Perchè scegliere di affittare elicottero: costi e caratteristiche
2019-10-21
Carta prepagata Krystal Plus
Carta prepagata Krystal Plus, luci ed ombre dell’offerta MPS
2019-10-28
Affittare idropulitrice
Affittare idropulitrice: convenienza e caratteristiche
2019-10-28
Carte di credito bilaterali
Carte di credito bilaterali: un prodotto molto conveniente ma con limitazioni
2019-10-27
Carte prepagate con numeri in rilievo
Carte prepagate con numeri in rilievo, vediamo le caratteristiche
2019-10-26
Le carte prepagate Popso
Le carte prepagate Popso: un valido strumento per la vita di ogni giorno
2019-10-26
Carte prepagate Giappone
Carte prepagate Giappone, vediamo quali e dove possiamo usarle
2019-10-25
Carte prepagate epipoli
Carte prepagate epipoli: una soluzione comoda per tutti
2019-10-24
Carte prepagate Biverbanca
Carte prepagate Biverbanca: tutte le opportunità nella tua tasca!
2019-10-23
carta cariparma
Carte di credito Cariparma adatte a tutte le esigenze
2019-10-22
mutuo alla francese
Mutuo alla francese: cos’è, come funziona, quando sceglierlo
2019-06-25
Carte di credito
Differenze carte di credito e debito
2019-10-16