Il prestito Noipa rappresenta un’ottima opportunità per coloro che fanno parte della pubblica amministrazione a tutti i livelli. In effetti si parla di poter accedere al “piccolo prestito” con una modalità estremamente semplificata, tanto che la procedura è quasi automatica perché la rata viene prelevata alla fonte.

 

In questo modo il contraente potrà avere del denaro aggiuntivo per far fronte ad una particolare necessità, come per realizzare un progetto, dall’auto nuova fino ad un bel viaggetto.  In questo caso il denaro sarà accreditato direttamente sul conto corrente già usato per avere a disposizione il proprio stipendio.

 

Questo prodotto finanziario è attivo da molti lustri ma negli ultimi anni si è assistito ad un grande miglioramento che ha portato la richiesta del prestito Noipa ad essere online. Caratteristica che porta ad un grande risparmio di tempo per i clienti, non dovendo andare a fare il giro degli uffici, e rendendo l’intera operazione molto più lenta.

 

Prestito Noipa: quali requisiti?

Prima ancora di parlare delle caratteristiche presenti nel “piccolo prestito” si deve tenere presente che questo prodotto finanziario può essere richiesto unicamente dall’impiegato della pubblica amministrazione, a qualsiasi livello che accede al prestito INPS ex INPDAP.

La cosa principale che viene presa in considerazione in questo caso è la presenza di uno stipendio rilasciato dalloSstat, o poiché l’Istituto Previdenziale andrà a prelevare la rata direttamente sul cedolino.

Il prestito Noipa è un portale per l’erogazione di servizi ai lavoratori nella pubblica amministrazione con la possibilità di facilitare il raggiungimento di servizi in modalità self service. Per accedere a questo portale è necessario comunque essere in possesso del codice PIN che viene rilasciato in seguito alla registrazione sul portale.

È necessario ai fini del rilascio di questo particolare prestito, non solo essere un dipendente gestito da Noipa ma aver avuto accesso alla Gestione Credito, che implica il versamento di un contributo dello 0,35%.

Prestito Noipa come richiederlo e modalità di erogazione

 

Il piccolo prestito gestito da Noipa può essere richiesto da lavoratori e pensionati, finanziamenti disponibili con scadenza annuale con la possibilità di rimborsare la cifra in sei mesi, biennale in dodici mesi e triennale diciotto mesi ed infine quella quadriennale con scadenza a ventiquattro mesi.

La cifra massima che può essere richiesta dall’utente rappresenta il doppio dello stipendio o pensione percepita,  che può aumentare anche sensibilmente nel caso in cui non vi siano altre trattenute che gravano sul reddito, con un tasso del 4.25% , con una spesa accessoria dello 0.5% , come indicato per il fondo per la Gestione del Rischio.

L’accredito del denaro del prestito Noipa avviene quasi immediatamente,  perché comunque viene messo a disposizione nelle banche adoperate dall’Istituto Previdenziale. Inoltre in pochissimi giorni la richiesta viene vagliata ed accettata o respinta.

Il prestito Noipa in modalità self-service tramite il portale dedicato

E’ possibile accedere al portale Noipa dove sono presenti una serie di servizi molto utili per tutti coloro che lavorano o che sono pensionati della pubblica amministrazione. In questa sede è possibile reperire molte informazioni riguardo il piccolo prestito, come la possibilità di effettuare delle simulazioni in modo semplice ed immediato.

La cosa molto interessante di questo portale sta nel fatto di poter ottenere delle informazioni ed i commenti rilasciati da chi ha già partecipato a questa procedura. Il portale per il prestito Noipa risulta essere altresì abbastanza usabile e molto ben fatto. Sito che offre tutti i servizi di cui si necessita con una grande velocità,  quindi diventa uno strumento molto interessante anche per chi decide di accedere al piccolo prestito, ma non ha molto tempo per andare negli uffici delle pubbliche amministrazioni con tutto ciò che comporta.