Credem mutui surroga: conviene? Le condizioni di RiMutuo

credem

L’introduzione della formula della surroga ha stimolato, negli ultimi anni, la nascita di diverse tipologie di mutuo specificatamente rivolte alla sostituzione del mutuo. E’ il caso di Credem, il Credito Emiliano, che ha messo in campo un finanziamento apposito per chi intende trasferire il proprio finanziamento da un altro istituto di credito.

Si tratta di RiMutuo, un mutuo ”di sostituzione per surrogazione ipotecaria” che consente di trasferire un vecchio contratto di finanziamento con una formula caratterizzata da condizioni maggiormente all’avanguardia ed al passo con evoluzioni che hanno caratterizzato il mercato dei mutui negli ultimi anni. I vantaggi sono davvero tanti, tra cui l’assenza dei costi per l’istruttoria, per la perizia sull’immobile; in entrambi i casi rimborsatei dall’istituto di credito come anche per quelle notarili.

Il trasferimento del mutuo può essere richiesto, però, solo a determinate condizioni. E’ necessario, infatti, che il cliente non abbia condizioni creditizie che possano pregiudicarne l’affidabilità. Insomma il mutuo Credem per la surroga non viene concesso a chi è iscritto nel registro del Crif o comunque risulti un ”cattivo pagatore”.

Credem mutui surroga: le condizioni di RiMutuo

Si tratta di una soluzione flessibile che Credem offre ai clienti delle altre banche che intendono accedere a condizioni migliori. Il mutuo può essere sottoscritto sia a tasso fisso che variabile mentre la durata va da un minimo di dieci ad un massimo di trentanni. L’importo va da un minimo di cinquantamila euro ed un massimo pari all’80% del valore di mercato dell’immobile oggetto del finanziamento.

La rata va pagata a cadenza mensile e non esiste l’opportunità di saltarne il pagamento in nessun caso. Insieme al mutuo è proposta la sottoscrizione di un contratto assicurativo obbligatorio contro l’incendio della casa oggetto dell’ipoteca. L’assicurazione sull’immobile può essere sottoscritta anche con CredemAssicurazioni, la compagnia del gruppo Credem. Il mutuo surroga di Credem è di tipo ipotecario pertanto prevede un’ipoteca di primo grado sull’immobile per un importo del 150% della quota oggetto del mutuo.

Conviene stipulare il mutuo surroga di Credem?

La formula della surroga rappresenta una scelta sempre più comune tra i mutuatari del nostro paese. Trasferire il contratto di mutuo da un istituto di credito ad un altro significa spesso risparmiare anche somme notevoli riguardo il tasso di interesse ed accedendo a migliori condizioni anche per il piano di ammortamento. 

Il mutuo surroga di Credem, in particolare, abbatte i costi della procedura rendendola pressoché gratuita. Non sono previste spese per l’istruttoria del mutuo mentre i costi della perizia e per l’intervento del notaio vengono affrontate dalla banca. La richiesta di surroga, con tutti i passaggi necessari, sarà gestita da Credem che si occuperà delle varie pratiche necessarie fissando un incontro con la vecchia banca con cui formalizzerà il passaggio.

Chi è Banca Credem?

Nato nel 1910, il Credito Emiliano è una delle banche più importanti ed antiche del nostro paese. L’attuale denominazione venne assunta nel 1983 quando il gruppo acquisì la Banca Belinzaghi di Milano espandendosi per la prima volta fuori regione.

Oggi l’istituto di credito è presente in ben 19 regioni con l’apertura di filiali in tutta Italia. Negli ultimi anni la compagnia ha visto sviluppare i vari prodotti rendendoli al passo con i tempi e rispondendo alle nuove esigenze della clientela.

E’ la personalizzazione del servizio a rappresentare uno degli elementi di maggiore forza dell’offerta di Banca Credem che offre una vasta gamma di prodotti sia per i privati che per le imprese. La compagnia ha sviluppato, inoltre, un’efficiente piattaforma di internet banking che permette ai clienti di gestire i propri prodotti e richiederne nuovi.

La multicanalità della rete distributiva è oggi uno degli elementi distintivi dell’istituto di credito emiliano che garantisce immediatezza delle operazioni ed efficienza dei servizi.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply