Estinguere mutuo prima casa: procedura, costi e requisiti

Estinguere mutuo prima casa

La sottoscrizione di un mutuo rappresenta un impegno importante per chiunque; un peso sul bilancio familiare che  condiziona non poco i progetti futuri ed il presente di una famiglia. Spesso i mutuatari, spinti dal desiderio di liberarsi di un impegno oberante, decidono di estinguere il mutuo prima casa versando la quota dovuta all’istituto di credito più gli interessi. Si tratta di una formula di solito prevista nei contratti di mutuo, anche se spesso concessa al costo di una penale.

L’estinzione del mutuo prima casa può essere totale, con il pagamento dell’intera somma, o parziale con il versamento di una parte del finanziamento attraverso una formula che consente di diminuire la rata mensile da pagare o di accorciare il piano di ammortamento. Ma come si può procedere all’estinzione del mutuo prima casa? In questa guida analizzeremo i passaggi necessari, i requisiti ed i costi previsti per l’interruzione anticipata del finanziamento.

Estinguere mutuo prima casa: come si fa?

 

L’iter per attivare l’estinzione anticipata del mutuo è relativamente semplice con una serie di brevi passaggi oltre al deposito dell’atto notorio alla propria banca o la dichiarazione sostitutiva dell’atto. Come detto, però, le condizioni possono variare a seconda della tipologia di contratto sottoscritto con le relative penali da pagare.

E’ la Legge Bersani a regolare il tema delle penali sui contratti di finanziamento definendo i limiti ed i casi in cui è prevista l’applicazione dei costi aggiuntivi. In pratica la normativa prevede che i contratti di mutuo stipulati dal 2 febbraio 2007 non possono prevedere in alcun modo l’applicazione della mora, sia per l’estinzione totale che parziale del contratto.

Per i finanziamenti sottoscritti precedentemente a tale data, le associazioni dei consumatori e l’Abi hanno concordato delle penali ridotte ed applicate a seconda del piano di ammortamento ed al periodo di estinzione.

Estinzione anticipata del mutuo: i costi

Per i contratti di mutuo sottoscritti a tasso variabile ed ancora alla prima metà del piano di ammortamento, l’estinzione prevede una penale pari allo 0,50% della somma restante da corrispondere e dello 0,20% per il terzultimo anno mentre negli ultimi due anni il costo è nullo.

Per chi ha sottoscritto un mutuo a tasso fisso, dopo il 31 dicembre del 2000, il costo previsto è pari all’1,90% per l’estinzione effettuata nella prima metà del piano di ammortamento e dell’1,50 nella seconda metà. Si abbassa la penale nel terzultimo anno allo 0,20%.

Estinzione parziale o totale?

Sono due le strade percorribili per estinguere anticipatamente il contratto di mutuo: l’estinzione parziale o totale. Nel primo caso avremo una riduzione delle rate da pagare mensilmente o un taglio della durata del piano di ammortamento. E’ importante analizzare bene le modalità attraverso le quali l’istituto di credito andrà a rimodulare l’importo da pagare mensilmente controllando che esse siano effettivamente coerenti con i propri obbiettivi. Se, ad esempio, lo scopo prefissato è di ridurre la rata ha poco senso accorciare il piano di ammortamento. 

Non mancano i casi in cui la banca procede a ricalcolare il piano di ammortamento al momento dell’estinzione, riducendo il risparmio previsto.

Come abbiamo spiegato in questa guida, la modalità più ricorrente è l’ammortamento alla francese in cui ogni rata si compone di una quota di capitale che cresce con il trascorrere dei mesi ed un ammontare di interessi che invece cala con il tempo.

Esiste, poi, il piano a rate crescenti o decrescenti con un rimborso che aumenta o diminuisce con il trascorrere del tempo, l’ammortamento libero che prevede un rimborso fisso solo degli interessi mentre è ”libero” quello della quota capitale, entro determinate scadenze.

Infine c’è l‘ammortamento a rata fissa e durata variabile con rata costante mentre cambia la durata del piano di rimborso, a seconda delle variazioni del tasso.

Iscriviti alla Newsletter

Leave a Reply

Articoli più letti

FTX-Crypto
Non lasciate che il fiasco di FTX Crypto vi spaventi e vi allontani dal Bitcoin
2022-11-14
chi può richiedere un prestito personale?
Chi può richiedere un prestito personale?
2022-11-11
Poste italiane buoni fruttiferi 2022: le caratteristiche del ‘risparmio assicurato’ di Poste
2022-11-09
BPM Banking: accesso e caratteristiche della piattaforma BPM
2022-11-10
Trovare lavoro con i concorsi pubblici è possibile: ecco come fare
2022-10-19
Come funzionano gli straordinari e come vengono pagati
2022-10-14
Con l’Offerta Zero Spese si evitano brutte sorprese
2022-09-16
L’alternativa fra la carta di credito e un prestito personale
2022-07-25
contratti di lavoro
Tipologie di contratti di lavoro: la guida completa
2022-06-04
Visual Marketing: cos’è e perché è così importante
2020-05-02
Vendere l’oro di casa: che cosa è necessario sapere
2022-03-28
Surroga-del-mutuo
Surroga del mutuo: quante volte si può fare richiesta
2022-02-18
Difesa Debitori: i vantaggi e gli svantaggi della protezione offerta per gli indebitati
2016-07-21
Carta Hype, i vantaggi delle diverse versioni
2021-08-04
Come si calcolano le tasse in Svizzera
2021-07-20
Cos’è il prestito d’onore, chi può beneficiarne e come si attiva
2021-06-20
Fatturazione elettronica: omissioni e sanzioni
2021-02-26
Carta Agos eDreams: costo, funzionalità e vantaggi
2021-02-06
Aprire un call center: guadagni, vantaggi ed opportunità
2021-01-29
Fondo Metasalute: cosa copre, cos’è e come funziona?
2021-01-25
Oval Investimenti, cos’è e come funziona?
2021-01-21
Quanto costa aprire un B&b?
2021-01-19
Reverse charge: come funziona, come e quando si utilizza l’inversione contabile
2017-01-13
Cos’è Bondora, la piattaforma di social lending
2021-01-14
Tutti i vantaggi della PEC: le ragioni per cui averne una
2020-12-21
Informazioni infortuni domestici
Infortuni domestici, un fenomeno in crescita: ma gli italiani ne sono consapevoli?
2020-12-17
Che cosa si deve fare per richiedere un prestito on line
2020-10-24
Willis Assicurazione: requisiti, costi e opinioni
2018-01-15
Cosa cambia tra trust e polizze vita
2020-08-25
Offerte luce e gas: come muoversi sul mercato
2020-07-31
Quando conviene ricorrere all’assicurazione del credito
2020-04-10
Conti deposito: come scegliere quello giusto
2020-04-24
Conto Corrente
Conto corrente cointestato: cos’è e come funziona
2020-04-08
Cos’è e a cosa serve l’assicurazione professionale per un commercialista
2020-02-13
Cessione del quinto dello stipendio
Cessione del quinto: dettagli ed operatività
2016-07-28
Tutti i motivi per cui conviene investire nei Lego
2020-01-17
Quotazioni BTP: ecco le previsioni per il prossimo futuro
2017-01-16
carta paypal
Carta prepagata PayPal
2019-12-20
Carta Prepagata YAP
Carta Prepagata YAP
2019-12-20
Carta prepagata Illimity
2019-12-15
Come diventare consulente seo?
2019-12-10
ViaBuy MasterCard
Carta prepagata ViaBuy MasterCard
2019-12-10
wiba-carta
Carta prepagata Widiba Maxi
2019-12-09
UniCredit
Carte prepagate UniCredit
2019-11-13
N26.1
Carte prepagate, cosa bisogna sapere per scegliere la migliore
2019-11-18
Revolut
Carta prepagata Revolut
2019-11-18
N26.1
Carta Prepagata N26
2019-11-08
carta hype
Carta Prepagata Hype, quali sono i vantaggi
2019-10-31
lego
Come aprire un franchising Lego anche nella tua città
2019-11-01
Conto deposito o btp
Conto deposito o btp: tutto ciò che c’è da sapere a riguardo
2019-10-31